Segnala a Zazoom - Blog Directory

La visita alle terrazze della Cattedrale si arricchisce con il secondo piano della torre dell’orologio

Don Nicola Gaglio: "Oggetti di grande interesse storico, e presto sarà pronto anche il terzo piano"

Da oggi la visita alle terrazze della Cattedrale avrà un gioiello in più. L’itinerario lungo i tetti del meraviglioso gioiello normanno patrimonio dell’umanità Unesco, già ricco nel percorso della torre meridionale di oggetti preziosi e stupefacenti parati d’oro, si arricchisce ulteriormente.

In occasione delle visite guidate organizzate dal FAI (Fondo Ambiente Italiano) infatti era stato inserito nel percorso di visita il secondo piano della torre delle campane, o torre dell’orologio, fino ad allora non accessibile al pubblico ma pronto già da poco prima della pandemia. Ebbene, dopo il grande successo dell’iniziativa, la sala entra ufficialmente nel circuito di visita svelando a turisti e visitatori oggetti preziosi e documenti di grande interesse storico. “In questa sala è custodito l’archivio storico della parrocchia – ci racconta don Nicola Gaglio, parroco della Cattedrale – l’intera anagrafica, parte della quale da oggi viene esposta in delle bacheche allestite appositamente che custodiscono le preziose pergamene e i volumi dell’archivio datati a partire dal 1529 che, devo dire, stanno suscitando grande curiosità nei visitatori. In questa nuova sala si potranno inoltre ammirare una parte delle ceramiche donate alla Cattedrale dal dottore Renda Pitti e una parte di argenti provenienti da chiese del territorio della parrocchia, dal Sacro Cuore a Sant’Agata al Monte alla chiesa degli Agonizzanti”.

“E adesso – conclude don Nicola – stiamo lavorando alla definizione anche del terzo piano della torre che ospiterà il lapidarium, una raccolta dei pezzi di marmo antichi già appartenenti alla Cattedrale: in parte sezioni pavimentali, in parte appartenenti alle antiche tombe come le porzioni di capitelli di porfido appartenenti alla tomba di re Guglielmo I, andata distrutta nell’incendio del 1811”.

Un percorso già superbo che si arricchisce sempre più, che offre emozioni provenienti dalla storia, che orgogliosamente mostra agli occhi dei visitatori preziose bacheche con argenti, ceramiche e volumi dell’archivio anagrafico, che si potranno ammirare al secondo piano della torre dell’orologio. Un percorso che presto si completerà con il terzo e ultimo piano.

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.