Segnala a Zazoom - Blog Directory

“Grand tour sentimentale”: il perfetto libro da leggere sotto l’ombrellone

Un viaggio-inchiesta con cui descrivere l’amore (e non solo) degli italiani

Qualche giorno fa, in un torrido pomeriggio di luglio, leggevo pareri su crisi di governo e separazioni eccellenti. Poi un tweet mi fa fermare il dito che scorre sulle notizie; un’utente si lancia in un’idea-provocazione: ci vorrebbe un nuovo “Comizi d’amore” per descrivere cosa siamo diventati. Stiamo parlando di un documentario del 1965 scritto e diretto da Pier Paolo Pasolini. In quell’occasione PPP intervistò decine di persone: da nord a sud, dalle grandi città alle periferie, dalle spiagge ai campi d’allenamento di calcio, intellettuali e operai, giovani e anziani. L’argomento cardine era l’amore in tutte le sue forme, sia sociologiche che culturali che pratiche.

Un saggio mi ha fatto tornare in mente quella proposta, impossibile, di una nuova versione del documentario pasoliniano. Grand tour sentimentale (Solferino, 544 pp., 20 euro) è stato pubblicato quest’anno, l’autrice è Elisa Casseri. Sembra essere il libro leggero per pensieri interessanti o libro interessante per pensieri leggeri (ma non è tutto così riduttivo). L’autrice parte da un primo presupposto: dopo anni in cui ha sentito l’umore di amici e conoscenti sul grande tema vasto e indefinito del sentimento, decide che sia il caso di raccogliere l’impressione di decine di sconosciuti “incontrati” tramite il web. Internet filtra, ribalta, talvolta libera da certe strutture mentali inerenti al pudore e la conversazione prende traiettorie sorprendenti e curiose.

Grand tour sentimentale diventa un viaggio spietato, pieno di sfaccettature in cui tutto viene messo a nudo, ogni singola difficoltà, ogni singolo dettaglio, ogni singola perversione. Ne esce fuori un ritratto, un punto di vista sull’emotività privata di questo paese che non riguarda soltanto e necessariamente l’autrice o le voci all’interno del libro. C’è l’aspetto più deciso che coinvolge noi, il nostro avventurarci verso il prossimo, il trattare situazioni come l’innamoramento piuttosto che il pudore o la vergogna. Sembrerebbe esagerato definirlo “il perfetto libro da leggere sotto l’ombrellone”? Non è esagerato, soprattutto dopo aver letto le prime pagine. Buon sentimento a tutte e tutti.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.