Maltempo, martedì ancora allerta arancione a Palermo per “condi-meteo avverse”

Gravi danni nella Sicilia orientale. A Palermo si prevedono ancora piogge

Il maltempo continua ad imperversare in Sicilia. Per la giornata di domani, martedì 26 ottobre, la Protezione Civile Regionale ha diramato un bollettino di allerta arancione per “condi-meteo avverse”. In particolare si prevedono piogge e temporali a carattere temporalesco a causa di una depressione posizionata a Sud della Sicilia.

 

Il bollettino di allerta della Protezione Civile valido per la giornata di martedì 26 ottobre 2021

 

Questa perturbazione è responsabile di fenomeni meteorologici avversi nei settori orientali della Sicilia dove si sono verificati diversi allagamenti. Questi eventi estremi hanno costretto la Protezione Civile ad emanare un bollettino di allerta rossa per le province di Catania, Messina, Siracusa e Ragusa.

Tantissimi i voli dirottati da Catania a Palermo a causa delle condizioni meteo avverse. A Scordia è stato ritrovato il corpo di un uomo. Il 67enne si trovava in un agrumeto. A far scattare l’allarme un uomo intrappolato all’interno della propria auto per la presenza di un vero e proprio fiume d’acqua e fango.

Scuole chiuse in molti comuni della Sicilia orientale

A causa del forte maltempo le scuole nelle prossime ore rimarranno chiuse da Messina a Catania, ad Acireale. La decisione è stata presa dai sindaci dopo aver visionato il bollettino di allerta rossa della Protezione Civile. “L’impossibilità di prevedere esattamente l’ora e il momento nel quale avverrà il picco dei violenti fenomeni annunciati impone a tutti noi la massima cautela, per il bene dei nostri ragazzi e ragazze, dei lavoratori della scuola e dell’intero corpo docente”- afferma il sindaco di Catania Salvo Pogliese.

Quattro uomini rimasti bloccati nel trapanese

Il rigonfiamento di un fiume è responsabile del disagio causato a quattro uomini nel trapanese, rimasti bloccati. Per fortuna sono stati salvati dal Nucleo Saf, speleo alpino fluviale dei vigili del fuoco di Trapani e dalla squadra di Alcamo. I quattro, due tedeschi, un italiano e un sudamericano sono stati salvati poco prima di essere travolti dall’acqua. I quattro erano in stato di ipotermia e sono stati portati in ospedale, le loro condizioni non sono gravi.

Hub vaccinali chiusi a Messina

A disporre l’ordinanza è stato il commissario per l’emergenza Covid di Messina, Alberto Firenze, a causa dell’allerta meteo della Protezione civile. Resteranno chiusi dunque: il centro vaccinale di Santo Stefano di Camastra, l’hub Fiera Messina, l’hub PalaRescifina di Messina, il centro vaccinale di Milazzo Parco Corolla e quelli di Patti, Brolo, Capo D’Orlando, Lipari, Villa Ragno a Santa Teresa Riva e il centro vaccinale a Taormina in via Croce Rossa – ex locali Aias.

Sono in tanti poi gli automobilisti rimasti in panne con le proprie auto. Ieri sono stati effettuati decine di interventi da parte dei carabinieri della Compagnia di Augusta a Francofonte e Lentini, nel Siracusano, dopo la violenta ondata di maltempo che si è abbattuta nei settori orientali dell’Isola con forti precipitazioni e strade trasformate in fiumi di fango.

Sotto il costante coordinamento della Prefettura di Siracusa, militari, vigili del fuoco e personale della Protezione civile sono entrati in azione in diverse zone per far fronte alle numerose richieste d’aiuto. Effetti del maltempo mitigati invece a Palermo dove non si sono registrate abbondanti precipitazioni ma soltanto un po’ di nuvolosità e qualche schiarita al mattino e al pomeriggio, ma domani la situazione cambierà anche nel capoluogo.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.