Ore 11,15, Lady Charlotte fa il suo ingresso al duomo di Monreale (VIDEO e FOTO)

Questa mattina il matrimonio da favola tra il principe di Borbone e Lady Charlotte

MONREALE – Una Monreale blindata, come previsto, ha fatto da scenario al matrimonio dell’anno. Quello tra S.A.R. il Principe Don Jaime di Borbone delle Due Sicilie, Duca di Noto, primogenito della LL.AA.RR. i Duchi di Calabria, e Lady Charlotte Diana Lindesay-Bethune, figlia minore del Rt. Honourable Lord James Randolph Lindesay-Bethune, XVI Conte di Lindsay, XVI Lord Parbroath, XXV Lord Lindsay of the Byres, XV Lord Kilburnie, Kingsburn and Drumry e di Lady Diana Mary Chamberlayne-Macdonald Contessa di Lindsay. 

 

Un matrimonio riservatissimo, ma che è divenuto l’argomento più discusso negli ultimi giorni.

Da questa mattina nelle piazze di Monreale si parla tedesco, francese, spagnolo. 

Da tutta Europa sono sopraggiunti gli ospiti della giovane coppia di reali che ha scelto il Duomo normanno per suggellare il proprio amore dinanzi a Dio.


Una grande folla di curiosi ha osservato il via vai di persone giunte con abiti tradizionali, come gli scozzesi in kilt, fino all’arrivo del principe in automobile, avvenuto intorno alle 11,00.

Il principe ha fatto l’ingresso in Cattedrale accompagnato dalla madre.

Alle 11,15 il momento più tanto atteso, quando la promessa sposa, giunta in una carrozza trainata da 4 cavalli bianchi, ha fatto il suo ingresso in chiesa al rintocco delle campane e accolta dagli applausi delle centinaia di persone che dietro le transenne hanno seguito lo storico evento.

Un matrimonio riservatissimo, dicevamo. Gli sposi hanno voluto tenere i giornalisti fuori dalla Basilica. 

Tra le figure istituzionali presenti il sindaco di Monreale, Alberto Arcidiacono e il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.

Imponente il servizio d’ordine, mentre anche il carro attrezzi ha dovuto fare gli straordinari.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.