Monreale, assembramenti davanti alle scuole, si va verso ingressi scaglionati

Aprono le scuole e sorgono i primi problemi legati al diritto allo studio e alla gestione delle norme anti covid

MONREALE – Carenza di locali adeguati a garantire le distanze previste tra gli alunni, mancanza del servizio di assistenza igienico personale per gli alunni disabili che di fatto vengono privati del diritto allo studio (VEDI ARTICOLO), gestione dei flussi di studenti (e dei loro familiari) dinanzi gli ingressi delle scuole per evitare che si formino assembramenti, ed ancora controllo dei Green Pass per tutto il personale scolastico.

Con l’inizio dell’anno scolastico anche a Monreale i dirigenti scolastici si trovano a dovere affrontare una serie di questioni, vecchie e nuove, e tra queste quelle legate alla questione pandemica.

Qualche giorno fa abbiamo pubblicato la segnalazione di alcuni genitori che lamentavano la chiusura del cancelletto posto a monte della scuola Francesca Morvillo. Il giorno successivo la dirigente scolastica, la professoressa Maria Francesca Giammona, aveva provveduto alla sua apertura, che ha così consentito di decongestionare l’ingresso principale di via Biagio Giordano.

Oggi in redazione sono arrivate invece le immagini degli assembramenti, creati dai piccoli alunni della scuola primaria di primo grado e dai loro familiari, dinanzi l’ingresso del plesso Pietro Novelli. “Siamo troppo stretti – lamentano alcuni genitori – con il rischio di contagio da covid”.

Un problema che è stato però subito attenzionato dal neo dirigente scolastico, il professore Marco Monastra.

Marco Monastra – Dirigente dell’I. C. Veneziano-Novelli

“Abbiamo chiesto un confronto con il Comune per ragionare sulle scelte migliori per ovviare al problema – spiega il professore Monastra -. Troveremo una soluzione già dalla prossima settimana!”

Con molta probabilità il primo intervento, forse risolutivo del problema, consisterà nello scaglionare gli orari di ingresso tra le varie classi.

 

 

Assistenza igienico personale, Roccamatisi: “Necessita personale specializzato”

 

“Quel cancello chiuso alla Morvillo” lamentano i genitori, ma arrivano le rassicurazioni

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.