Il Chiostro, una delle meraviglie di Monreale

I meravigliosi capitelli, opera di scalpellini medievali, rappresentano scene tratte dalla Bibbia

Con le prime due, il Duomo, che ancora oggi palpita di bellezza con il suo oro; mentre con la scultura risalta principalmente la grandezza del grande monumento che è il Chiostro di Monreale, con i suoi duplici filari di colonne e dei loro capitelli.

Chi entra in questo meraviglioso gioiello, da qualunque lato guarda, resta colpito per la scenografia elegante che si presenta ai suoi occhi. Un pregevole monumento con filari di colonne di marmo bianco, tutte decorate in mosaico con disegni a zig zag o a fasce spirali. 

Ai 4 angoli, lì dove non ci sono mosaici, vi sono bizzarri ed eleganti arabeschi nello stesso marmo intagliati e incisi. I meravigliosi capitelli, opera di scalpellini medievali, rappresentano scene tratte dalla Bibbia, come per esempio: l’Annunciazione, l’Adorazione dei Re Magi, la strage degli innocenti, Caino che uccide Abele, la storia di Sansone e Dalila e anche scene pagane come per esempio lotte tra gladiatori o con animali feroci. 

Un capitello che metto in rilievo è vicino la fontana del Re dove si vede Guglielmo II con abiti regali presentare alla Vergine un piccolo duomo e dove si legge l’iscrizione nel listello ”Rex qui cunta Regis, Siculi data suspice Regis”.

Sempre in un altro capitello di una delle colonne della fontana è scolpito un’arciere a cavallo che tira ad un cervo.

La fontana del Re è chiamata così perché si dice che Guglielmo II era solito, tutte le mattine, fare le sue pulizie personali in questa fontana. 

Nel mezzo della fontana si innalza una colonna lavorata, sormontata da un globo, scolpito con diverse figure che ballano. Da questo globo zampillano molti rivoletti di acqua.

Per concludere, all’interno si ammirano le belle aiuole con palme e piante che  un tempo offrivano ai monaci benedettini l’ambiente adatto per meditare nella pace e nel silenzio.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.