Servizio igienico sanitario a rischio, ancora nessuna soluzione per l’avvio il 14 settembre

Arcidiacono: "Attendiamo che l'ANCI si esprima nel merito, non posiamo rischiare un danno erariale, ma seguiremo tutte le opzioni possibili"

0

MONREALE – Il timore è che il servizio igienico sanitario non possa partire regolarmente il 14 settembre, ma che si debbano attendere diversi mesi prima che le scuole formino il proprio personale per fornirlo.

La questione è stata affrontata in consiglio comunale, sollevata dal consigliere Mimmo Vittorino (Popolari per Monreale): “Sappiamo che l’amministrazione non ha ancora dato mandato alle cooperative di avviare il servizio igienico sanitario. Sono una settantina le famiglie monrealesi in forte preoccupazione”.

Il sindaco Alberto Arcidiacono ha confermato che in seguito al parere del CGA che ha segnato al MIUR la competenza della fornitura del servizio, regna molta confusione. È stato chiesto all’ANCI di esprimersi chiaramente nel merito, così da consentire a tutti i comuni di adottare una linea comune.

“L’assessore Scavone – ha replicato Vittorino – ai vari incontri è stato chiaro, dando ai comuni mandato per provvedere alla fornitura del servizio, nell’attesa che il personale scolastico venga formato. Se l’assessore si è preso l’impegno per svolgere il servizio in questo modo, ritengo che sia questa la strada da percorrere già sin d’ora”.

Il consigliere Giuseppe Di Verde (Gruppo Misto) ha chiesto al sindaco di specificare se intanto l’amministrazione ha la possibilità di attivarsi, nelle more di avere una risposta definitiva: “Siamo ormai a 12 giorni dall’inizio delle lezioni”.

“Dobbiamo ancora superare la questione della competenza – ha spiegato Arcidiacono -. Se dovesse essere chiaro che compete a noi, saremo pronti a garantire il servizio”.

“Tenteremo ogni strada – ha chiarito il primo cittadino -, ma intanto siamo costretti a fermarci. Non possiamo rischiare un danno erariale. Tenteremo ogni opzione. Siamo convinti che per il bene dei ragazzi dobbiamo anche rischiare, ma, come in ogni settore, nel rispetto della normativa. Ci spingeremo fin dove possiamo con l’obiettivo di partire.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.