“A CENTRO TAVOLA”: l’importanza della Formazione e il ruolo dei giochi da tavolo nella didattica e nei processi formativi-educativi

“Formarsi è come respirare e cibarsi, e il gioco educa, forma, anima”

MONREALE – Si è tenuto dapprima a Catania il 13 Dicembre (presso l’IIS “Marconi – Mangano”) e il giorno successivo a Palermo, presso il Centro Polivalente “Madre del Divino Amore”, un importante seminario accreditato dall’UCIIM SICILIA e organizzato insieme all’APS RelAttiva e ad AGO Formazione di Gigi Cotichella, dal titolo “A CENTRO TAVOLA”, con l’obiettivo di far riscoprire l’importanza dei giochi da tavolo nella didattica e nei processi formativi ed educativi.

L’apertura del Seminario è stata curata dalla Presidente dell’UCIIM SICILIA (Unione Cattolica Italiana Insegnanti, Dirigenti, Educatori, Formatori), la Dott.ssa Chiara Di Prima, che ha posto subito un punto di riflessione indirizzato a tutti i docenti e dirigenti scolastici presenti in Aula.

<< …Come si prepara un’attività di competenza sociale se ci si concentra solo su attività di tipo individuale? ( … ) >> 

Premesso che per competenza sociale si intende la competenza psicologica, relazionale e comunicativa legata all’adeguata comprensione ed utilizzo, da un punto di vista cognitivo, affettivo e funzionale, delle regole di interazione sociale, è ovvio che la capacità di relazionarsi si acquista soprattutto a scuola e che un ruolo di fondamentale importanza è svolto dagli insegnanti. Proprio per questo bisogna focalizzarsi non solo su attività individuali bensì su attività che pongono lo studente in relazione con gli altri compagni.

A partire da questo punto fondamentale, la Presidente dell’UCIIM SICILIA ha presentato l’autore del libro da cui prende il nome il seminario, “ A CENTRO TAVOLA”, Gigi Cotichella, il quale ha spiegato che il libro è nato da un progetto trasversale tra Torino, Sicilia e Sardegna.

Ma chi è Gigi Cotichella?

E’ un formatore, autore, attore e teologo. Ha animato eventi fino a 500.000 persone. Lavora nel mondo della formazione dei formatori e nella formazione degli adulti in genere.

E proprio sulla formazione degli adulti si è soffermato inizialmente dicendo che “se vuoi che i ragazzi ti ascoltino, tu devi diventare importante per loro; e come? I Ragazzi devono diventare importanti per te!”

Per questo formarsi è importante, << … perché formarsi è come respirare e cibarsi: se stiamo troppo tempo senza, semplicemente moriamo, professionalmente, umanamente, culturalmente, spiritualmente >>, invece “Formare non è credersi migliore degli altri. Formare è mettersi dalla parte degli altri per aiutarli a dare il meglio di loro, al lavoro, a casa, con gli amici…”

Per questo in ogni luogo e situazione è importante mettere al centro della propria attenzione la persona come fatto umano!

A questo punto del discorso il formatore Gigi Cotichella ha spiegato, in maniera puntuale ed originale, in che modo i giochi da tavolo sono importanti nella didattica e nei processi formativi ed educativi, interagendo e “giocando”, a tal scopo, con lo stesso pubblico che ha partecipato all’evento. 

 Cosa è giocare?

“È educazione alla gratuità, alla simbolicità, alla <<forma di base>>, educazione alla serietà, all’adultità” , (…), “ il gioco educa, forma, anima”.

Avviandoci verso la conclusione dell’incontro, la Presidente dell’UCIIM SICILIA, la Dott.ssa Chiara Di Prima, ha consegnato, a sorpresa, al Formatore torinese una Tessera Socio UCIIM.

A questo punto, la Segretaria Regionale UCIIM SICILIA, Tiziana Termini, con la Partecipazione dei Ragazzi di RelAttiva (Associazione di Promozione Sociale di educatori, pedagogisti e formatori) ha suddiviso in gruppi e indirizzato i partecipanti in quattro differenti laboratori al fine di conoscere nell’atto pratico il ruolo educativo dei giochi da tavolo, sponsorizzati da Asmodee Italia (casa editrice che pubblica e distribuisce giochi da tavolo e giochi di ruolo).

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.