Dall’8 al 14 ottobre ritorna la Settimana di musica sacra di Monreale

0

Palermo, 19 gennaio 2018 – Presentata questa mattina al Politeama Garibaldi la sessantesima stagione dell’Orchestra Sinfonica Siciliana. All’interno del fitto cartellone è stata inserita la Settimana di musica sacra di Monreale, che sarà anticipata alla prima quindicina di ottobre (8-14) in modo da intercettare un corposo flusso turistico. 

Per il secondo anno consecutivo la Rassegna è inserita nel Percorso arabo-normanno dell’Unesco. Si inaugura l’8 ottobre nel Duomo di Monreale con un raffinatissimo concerto diretto da Jean-Luc Tingaud che vede la partecipazione del Coro femminile del Teatro Massimo, del soprano Gabrielle Philiponnet e del contralto Chiara Osella. Musiche di Vivaldi, Poulenc e Debussy. 

Quindi un passaggio a Palermo (11 ottobre), con l’imponente Symphonie Funèbre et Triomphale di Berlioz, eseguita per l’occasione dalla Banda nazionale dell’Esercito a rievocazione dei caduti del 1918 e con Le Sette Ultime Parole di Cristo di Haydn, accompagnate da testi del poeta Valerio Magrelli.

La rassegna si concluderà il 12 al Duomo di Monreale ma, assecondando il Percorso arabo-normanno, gli spettacoli saranno replicati nella Cattedrale di Palermo e nel Duomo di Cefalù (13 e 14 ottobre).

Il 26 ottobre al Politeama Garibaldi l’Orchestra Sinfonica Siciliana, nel quadro di “Palermo Capitale italiana della Cultura 2018”, eseguirà un concerto di Stefano Bollani diretto da Evgeny Bushkov. Quella di quest’anno è una stagione caratterizzata dalla presenza del compositore palermitano Salvatore Sciarrino, dalla cantante tedesca Ute Lemper e da numerosi artisti di grande livello. Prima trasferta dell’Orchestra fuori dalla Sicilia dopo più di dieci anni, protagonista all’Università La Sapienza di Roma con Maxime Pascal. Il Progetto Giovani interpreti italiani per Beethoven e il progetto Integrale Šostakovič. Ad ottobre la Settimana di musica sacra di Monreale nel percorso Unesco arabo-normanno. I ritorni sul podio di Levacher, Jurovski, Bushkov, Caetani, Shambadal, Smith, Ward con Douglas. 

Due concerti straordinari con Uto Ughi e Rock The Opera. E infine, l’Orchestra Giovanile Siciliana, impegnata a Natale, insieme al Coro di voci bianche della Fondazione e nel programma “La Scuola a Teatro”. Un ricco cartellone di eventi collaterali: convegni, mostre, conferenze e gli Incontri Musicali della domenica pomeriggio nella Sala Rossa del Politeama.

A programmare la stagione è stato Marcello Panni, che visse l’esperienza di alcuni dei più esaltanti appuntamenti della Sinfonica – i concerti con Stravinskij – e poi è stato più volte direttore della Sinfonica negli anni 70-80 e 90.

“E’ una stagione intensa che si aprirà con il concerto di Stefano Bollani – dice il direttore artistico Marcello Panni –Bollani è già venuto a Palermo altre volte, ma qui presenta un pezzo nuovo, il Concerto Azzurro. Altri appuntamenti esaltanti saranno costituiti dai concerti di Salvatore Sciarrino e Ute Lemper”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.