Monreale è una città sicura per i ragazzi? L’intervista di FiloDiretto Junior al Capitano Volpe

0

Monreale, 26 febbraio 2018 – Diversi sono gli atti vandalici che hanno messo fuori uso i giochi della Villa comunale. Altri episodi hanno riguardato piazza Guglielmo II e il muro della Chiesa di San Castrenze. Le azioni di inciviltà sono state compiute da un gruppetto di ragazzi. Monreale è una città sicura? In questo periodo è una domanda che ci siamo chiesti spesso, soprattutto per noi giovani.

Qualche settimana fa siamo andati in giro per osservare lo stato delle cose, ma entrare nell’antivilla comunale, con il calare della luce, ci ha messo paura. Il nostro timore era di essere attaccati alle spalle, perché sappiamo che questo gruppo di coetanei trascorre lì i pomeriggi.

Così abbiamo deciso di chiedere al Comandante della compagnia dei Carabinieri di Monreale, il Capitano Guido Volpe, qual è la situazione sicurezza in città. L’incontro si è svolto martedì 20 febbraio nella nostra scuola Antonio Veneziano, dove ha preso parte anche il sindaco Piero Capizzi. Per noi ragazzi è stato molto interessante, abbiamo partecipato con vivo interesse.

 

 

 

FiloDiretto Junior: Perché anche a Monreale si è diffuso il fenomeno della baby gang?
Capitano Guido Volpe: La baby gang è un fenomeno nazionale, diffuso a livello globale. Parlare di baby gang a Monreale è esagerato, nel nostro territorio ci sono un gruppo di ragazzi minorenni, che vengono da ambienti disagianti e le famiglie sono poco presenti.

 

FiloDiretto Junior: Perché a Monreale c’è poca vigilanza?
Capitano Guido Volpe: In realtà ci sono delle pattuglie che girano in tutta la città e quindi la percezione che hanno i monrealesi è sbagliata. I minorenni responsabili degli atti vandalici sono stati da noi individuati. Tra loro vi sono diversi sotto i 14 anni e quindi non penalmente punibili.

Inoltre, il capitano Volpe ci ha fornito alcuni dati sulla criminalità che negli ultimi mesi si è abbassata del 7%. I reati che sono diminuiti sono: scippi e furti. In aumento è invece il consumo di droghe anche da parte di ragazzini della nostra età. Questo dato ci ha preoccupati e ci ha fatto pensare che ai ragazzi bisogna dare un’alternativa, non sappiamo bene come e quale, ma dare possibilità di svago organizzando attività per giovani. Monreale purtroppo offre ben poco per adolescenti come noi.

FiloDiretto Junior: In questi giorni si parla spesso di violenza sulle donne e abusi sui minori. Qual è la realtà di Monreale?

Il Capitano Guido Volpe ha risposto che le segnalazioni arrivano ma non ha fornito altre informazioni, perché la questione è molto delicata e non ha voluto aggiungere altro. Anche se un dato certo è stato fornito.

Capitano Guido Volpe: Gli atti di cui si è parlato sono commessi da persone che provengono da situazioni di disagio economico e sociale. Da famiglie disgregate, tutte situazioni che purtroppo anche a Monreale sono molto diffuse.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.