Segnala a Zazoom - Blog Directory

Giuseppe Li Causi dona all’Arcivescovo Isacchi il bollettino ufficiale della Poste Italiane col francobollo commemorativo di Franco Franchi e Ciccio Ingrassia

Questa mattina, presso il Palazzo Arcivescovile, Giuseppe Li Causi dona il bollettino ufficiale delle Poste Italiane in cui c'è il francobollo commemorativo dei due grandi artisti all'Arcivescovo Gualtiero Isacchi

MONREALE – Questa mattina, presso il Palazzo Arcivescovile, Giuseppe Li Causi, il cultore di Franco Franchi e Ciccio Ingrassia, ha donato all’Arcivescovo Gualtiero Isacchi il bollettino ufficiale delle Poste Italiane con il francobollo commemorativo dei due grandi artisti. Il francobollo è stato emesso il 26 ottobre 2022 dalle Poste Italiane per i 100 anni della nascita di Ciccio Ingrassia ed i 30 della morte di Franco Franchi. Promotore di questa iniziativa, Giuseppe Li Causi.

“Innanzitutto, mi ha fatto piacere conoscere questa magnifica iniziativa – dichiara l’Arcivescovo Gualtiero Isacchi -. Non sono un cultore di Franco Franchi e Ciccio Ingrassia, ma sono cresciuto guardando i loro film. Film che guardi molto volentieri. Erano due artisti semplicemente eccezionali, un duo perfetto. Un duo che trasmetteva gioia, allegria e spensieratezza. Riuscivano a farci sorridere anche su tematiche importanti, difficili e complesse. Credo che le persone che trasmettono la gioia, sono persone preziose”.

“È importante tramandarli alle nuove generazioni – prosegue -. La loro comicità era una comicità molto intelligente perché sana, semplice e concreta, legata all’esperienza. Fanno parte del nostro patrimonio culturale e artistico”.

Commenti positivi anche da Giuseppe Li Causi: “Sono felicissimo di aver conosciuto l’Arcivescovo Gualtiero Isacchi. Appena l’ho visto in televisione, la prima volta, ho intuito che è una persona umile, perbene e molto vicina alla gente. Durante l’incontro ho parlato della mia passione per i due grandi artisti. Inoltre, ho donato all’Arcivescovo il bollettino ufficiale delle Poste Italiane in cui c’è il francobollo commemorativo. L’incontro mi ha fatto ricordare la mia infanzia, vissuta a Monreale. Frequentavo la chiesa del S.S Crocifisso della Collegiata in cui ho conosciuto il seminarista Felice Russo. Quest’ultimo divenne sacerdote e segretario dell’Arcivescovo Cassisa. Tramite padre Felice frequentavo spesso il palazzo, a volte cenavo con loro. Che bei ricordi!”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.