Monreale e i rifiuti: telecamere, informazione nelle scuole e caccia agli evasori

Meno rifiuti e TARI più leggera: Maggiore controllo del territorio affidato anche ai volontari, incontri con le scuole sull’importanza del riciclo, diffusione del porta a porta

0

MONREALE – In merito alla querelle insorta nei giorni scorsi sulle colonne del quotidiano on line FILO DIRETTO, in riferimento alla riduzione delle tariffe TARI, credo di poter e come cittadino e come responsabile dell’Associazione che presiedo, esprimere il mio parere, essendomene occupato negli anni trascorsi in varie occasioni.

Questione TARI, D’Eliseo: “Capizzi mistifica la realtà con affermazioni contraddittorie”

Durante l’Amministrazione dell’ex sindaco Capizzi, più volte, e lo testimoniano i vari articoli di giornale pubblicati dalle varie testate monrealesi, ho sollecitato, ed affrontato la problematica evidenziandone le criticità e suggerendo eventuali accorgimenti, senza mai aver avuto una risposta, né dall’ex Sindaco, né da qualcuno degli assessori allora in carica né tantomeno da parte di qualche consigliere.

Capizzi: “Possibile ridurre la TARI con la differenziata salita dal 40 al 75%”

Per la cronaca, in data 5 novembre 2019 il Presidente della II Commissione Consiliare, Fabio Costantini, a nome di tutta la Commissione presentò un ordine del giorno in Consiglio Comunale avente per oggetto Riduzione TARI per i soggetti non beneficianti del porta a porta. Ordine del giorno che venne approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale.

 Gli attuali consiglieri Girolamo Vittorino e Giuseppe La Corte, che in passato hanno ricoperto la carica di assessori e Consiglieri Comunali, mai ebbero a proferire parola sulla questione, accorgendosi solamente adesso del disagio cui incorrono alcuni cittadini.

“Ho ereditato un comune in dissesto, impossibile ridurre la TARI”

Tra le proposte avanzate dal sottoscritto, mi soffermavo su alcune criticità presenti nella gestione rifiuti: il calcolo delle riduzioni applicate a chi conferiva presso il Centro Raccolta di via Garibaldi, agevolazioni scomparse da una sera alla mattina senza che nessuno degli amministratori proferisse parola; sul fatto che non fossero state effettuate le convenzioni per il vetro e l’alluminio (tutt’ora mancanti); sul fatto che la carta e cartone raccolti venissero esposti nelle piattaforme all’aperto senza un’adeguata copertura che in caso di pioggia rendeva inutilizzabile il prodotto raccolto e vari altri aspetti. Ma non voglio dilungarmi sul passato. Credo che abbia ragione il Sindaco Arcidiacono quando afferma che non si può ridurre attualmente la TARI essendo il Comune in dissesto, confortato certamente da pareri di illustri giuristi e dal Segretario Comunale.

In una mia precedente comunicazione del 3 dicembre scorso, risollevavo le varie questioni soffermandomi sul fatto che i cittadini monrealesi sono tutti uguali e a fronte di un pagamento del tributo debbano ottenere lo stesso servizio. Per la cronaca l’Assessore Grippi ha convocato dopo alcuni giorni la mia Associazione ed abbiamo discusso a lungo sulla problematica cercando di poter sopperire a dei miglioramenti del servizio ed alcune migliorie sono state applicate.

Bisogna partire a mio avviso, per essere propositivi e non polemici, dal servizio effettuato dalla ECOLANDIA e dal capitolato d’appalto che regola i rapporti tra le parti.

Evidenziate le criticità, procedere per step fino al raggiungimento degli obbiettivi.

Bisogna dare atto che gli operatori della ditta aggiudicatrice si prodigano giornalmente per rendere il loro lavoro al massimo con impegno e gentilezza.

Andiamo adesso alle eventuali proposte migliorative, alcune delle quali da subito attuabili ed altre da prevedere nel prossimo bando:

  1. In altri comuni d’Italia cui la popolazione è diffusa nel territorio come a Monreale, viene garantito il servizio del porta a porta ed il costo per i cittadini e di gran lunga inferiore al nostro;
  2. Adeguata e continua informazione sulla raccolta differenziata da distribuire a tutti i cittadini;
  3. Ciclo di incontri con le scuole, di ogni organo e grado, per sensibilizzare gli alunni sull’importanza del riciclo (gli alunni sono i principali persuasori nei confronti dei genitori);
  4. Task force composta da personale della Polizia Municipale, Associazioni di Volontariato e forze dell’ordine che in modo costante e continuativo controllino il territorio, con particolare riferimento alle località di villeggiatura ove oltre i monrealesi in questo periodo estivo si riversano migliaia di cittadini palermitani;
  5. Installazione di telecamere disposte in varie luoghi del paese e non, per scovare i soliti furbetti incivili;
  6. Istituire presso l’Ufficio Tributi un gruppo di lavoro di impiegati comunali che si dedichi prevalentemente alla ricerca degli evasori ed al recupero delle somme non riscosse.

Un apprezzamento particolare va ai volontari di basta Crederci, Siamo Monreale ed altri cittadini che si prodigano giornalmente per tenere sgombre dalle erbacce le strade comunali e continuamente si preoccupano di curare il verde all’interno delle nostre scuole.

Questi due compiti sono previsti dal capitolato d’appalto a cura della Ecolandia che risparmia in tal maniera delle cifre considerevoli, somme che potrebbero essere impiegate per fornire gli utenti di sacchetti raccogli rifiuti.

Spero che l’Amministrazione continui nella sua opera di confronto e recepisca quanto suggerito. 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.