Monreale sporca? “I cittadini conferiscono male e senza rispettare i giorni previsti”

Raccolta rifiuti "deludente" e cumuli di rifiuti sui marciapiedi, Ecolandia: "Tutta colpa di alcuni cittadini"

0

MONREALE – “Siamo stanchi di dovere smistare i rifiuti dai contenitori, molti cittadini non rispettano il calendario della differenziata”. “In tanti,  troppi condomìni, i cittadini ormai conferiscono i rifiuti differenziati nei bidoni carrellati posti fuori dal portone tutti i giorni, indipendentemente da quanto sia stato previsto dall’ordinanza.

È più di uno sfogo quello che abbiamo raccolto tra il personale della Ecolandia, intento quotidianamente a raccogliere i rifiuti nell’ambito del servizio “porta a porta”. Un servizio che in questi giorni sembrerebbe essere alquanto “deludente”, a giudicare dai cumuli di rifiuti che residuano sui marciapiedi della città.

“Non è colpa nostra, anche se rischia di passare questo messaggio”, spiegano.

Il fenomeno, che avrebbe conosciuto dimensioni maggiori in occasione delle festività natalizie, rischia di compromettere la qualità del lavoro svolto dalla Ecolandia. “Con la conseguenza che la città appare più sporca e passa il messaggio che la raccolta non viene fatta adeguatamente”, lamenta un rappresentante della ditta.

“Noi possiamo raccogliere solamente i rifiuti previsti in base al calendario, e dobbiamo lasciare per terra tutti gli altri. Molti cittadini hanno preso l’abitudine di gettare tutti i rifiuti, indipendentemente dal giorno, negli appositi contenitori. Ed in alcuni casi anche al di fuori, per terra, se i contenitori sono già pieni. Tra l’altro, i contenitori danno la possibilità a chiunque altro, esterno al condominio, di gettarvi all’interno altri rifiuti”.

“Abbiamo intenzione – spiega Fabio Adimino, coordinatore del servizio di pulizia – di incontrare tutti gli amministratori condominiali. Non è più possibile che tutti i contenitori rimangano esposti sul marciapiede, tutti i giorni. È necessario, ed e quello che proporremo, che i contenitori rimangano all’interno del condominio, e che la sera vengano portati fuori solamente quelli previsti da calendario”. Una soluzione percorribile, già adottata da tempo nell’area servita dal porta a porta nella vicina città di Palermo.

Questa mattina un dipendente della ditta è stato punto anche da un ago gettato all’interno del sacchetto della plastica. Un esempio di come non tutti i cittadini si impegnano ad effettuare la differenziata in modo serio. 

LEGGI ANCHE: 

Aghi nella plastica, operatore dei rifiuti finisce in ospedale 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.