Targa Florio, 100 le auto storiche, venerdì il passaggio da Monreale

La Targa Florio è giunta alla 103esima edizione, la Targa Florio Classica è riservata a vetture prodotte fino al 1977

0

Al via venerdì 16 ottobre la partenza delle auto storiche della Targa Florio, giunta alla sua 103esima edizione. Da Palermo partiranno alla volta di Marsala e Campobello di Mazara, seguendo la strada delle Saline. Il rientro su Palermo avverrà seguendo parte dell’itinerario percorso da Garibaldi. 

Le località toccate nel primo giorno saranno, tra le altre, Monreale, Altofonte, Partinico, Castellamare del Golfo, Valderice, Trapani, Marsala, Campobello di Mazara, Mazara del Vallo, Castelvetrano, Partanna e Calatafimi.

Ma già giovedì 15 sarà possibile osservare le auto che confluiranno a Palermo, dove verranno effettuate le verifiche tecniche e sportive prima dell’inizio della gara vera e propria nel giorno successivo.

Sabato 17 i bolidi seguiranno il Circuito delle Madonie, lungo le strade tra Caltavulturo, Polizzi Gerosa, Collesano e Campofelice di Roccella.

Domenica 18 previsto un ultimo evento competitivo sul Circuito della Favorita, appositamente allestito con pressostati per una gara finale fuori classifica. Quindi la premiazione.

L’origine della gara automobilistica si deve a Vincenzo Florio, armatore e industriale, che volle creare nel 1906 una targa automobilistica sul Circuito delle Madonie.

Saranno 100 equipaggi a contendersi il trofeo 2020. La vettura più antica risale al 1929, la Lancia Lambda VIII Serie di Olindo Deserti e Maurizio Demarco. La classifica generale della Targa Florio Classica è infatti riservata a vetture prodotte fino al 1977, tuttavia la partecipazione si allarga grazie alle diverse classifiche separate, quali Targa Florio Legend, per vetture prodotte dal 1978 al 1990 e Targa Florio Gran Turismo, per vetture GT prodotte dal 1991 al 2019. Sarà, infine, presente anche il Ferrari Tribute to Targa Florio, omaggio del brand Ferrari alla storia della Targa Florio Classica, che accoglierà tutti i possessori di vetture Ferrari prodotte dal 1991.

Molto ampia la partecipazione internazionale. Rappresentate10 differenti nazionalità, provenienti da 3 diversi continenti, soltanto tra gli iscritti al Ferrari Tribute. Uno spettacolo assicurato anche in questa classifica, con modelli Ferrari che sapranno ammaliare e accattivare tutti i gusti attraverso due decadi, dal 1999 al 2019: dalla Ferrari 360 Modena alla Ferrari 812 GTS, un viaggio nella storia recente del cavallino rampante. Le Ferrari GTS Turbo e 308 GTS, rispettivamente del 1988 e 1980, correranno invece nella categoria Legend. Tra le case automobilistiche rappresentate, numerose anche le Porsche, con modelli 911 e varianti 933 che correranno nella classifica Gran Turismo, poi Jaguar, Mercedes, Austin Haley, Morris Garages, Riley, Maserati, Bentley e molte altre.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.