Piana degli Albanesi a distanza di 10 anni concretizza la sua ripresa economica-finanziaria

Petta: "Quello che fino a 3 anni fa sembrava illusorio, oggi è l’ordinaria realtà della gestione amministrativa"

0

Con deliberazione Commissariale del 14 Agosto è stato approvato, in anticipo rispetto alla scadenza del 30 Novembre, il Bilancio di Previsione 2020/2022. Una svolta per il comune di Piana degli Albanesi.

“È fondamentale evidenziare – spiega il sindaco Rosario Petta – che quanto fatto in questi primi tre anni dall’amministrazione rappresenta un traguardo ed una linea di demarcazione per un ente comunale che per circa 10 anni non è stato dotato dello strumento di programmazione che consente di poter programmare le linee di spesa stanziate in bilancio. Questo traguardo segna l’inizio di una nuova fase della politica di Piana degli Albanesi che può cominciare a misurarsi con le diverse esigenze del territorio, sociali ed economiche, ma soprattutto poter gestire nell’immediato le scelte di mandato che non sono state normalmente espletate in assenza di bilancio”.

“Il comune di Piana ha redatto e presentato al Ministero dell’Interno sezione Enti Locali – aggiunge – un Piano di Riequilibrio Plurinennale (10 anni) con scadenza nel 2024 ad oggi non ancora esitato, lasciando in eredità una situazione disastrosa, allarmante e fallimentare. L’amministrazione comunale dopo appena 5 mesi dall’insediamento si è ritrovata a gestire un indebitamento sommario di circa €. 2.512.000,00 oltre ulteriori debiti sorti nel prosieguo come debiti fuori bilancio provenienti dalle amministrazioni precedenti”.

Ad oggi l’amministrazione, dopo tre anni di mandato, è nelle condizioni di avere contezza circa la reale situazione economico finanziaria dell’ente, i debiti da piano di riequilibrio sono stati ridotti a circa €. 1.100.000 rispetto ai €. 2.512.000,00.

“Quello che fino a tre anni fa sembrava illusorio, oggi è l’ordinaria realtà della gestione amministrativa – commenta Petta – il pagamento degli stipendi pregressi dei nostri dipendenti saldato entro un anno dal nostro insediamento, la puntualità nei pagamenti degli stipendi negli ultimi tre anni. Il trasporto gratuito per gli alunni pendolari, il trasporto gratuito per gli studenti con disabilità, il servizio di assistenza all’autonomia e alla comunicazione interamente gestito dal comune da tre anni ad oggi, la presenza e il lavoro quotidiano insieme ai nostri uffici e ai nostri dirigenti, la predisposizione e l’avvio di progettualità che hanno recato e recheranno importanti fondi e spendibilità per il nostro comune. La progettualità messa in atto per prossime importanti iniziative dal punto di vista dei servizi sociali, questo e tanto altro mancava da anni al nostro comune e altro ancora verrà fatto. Per gli obiettivi raggiunti, è doveroso un ringraziamento per la piena e fattiva collaborazione degli uffici comunali, dei Responsabili di Area, del Commissario dott. Fulvio Manno, dell’Assessore al ramo dott. Nicolò Benfante per il professionale e qualificato apporto, al gruppo ed ai componenti della squadra che fortemente partecipano e sostengono l’azione e l’operato dell’Amministrazione Comunale.
Costanza, pazienza, razionalità, competenza, professionalità e scelte ragionate e dettate unicamente dall’amore per Piana – conclude – tutto ciò ripaga e ripagherà ognuno di noi e ognuno dei nostri concittadini che insieme vivono e vogliono vedere rivivere la nostra amata Piana degli Albanesi, Horas së Arbëreshëvet”.

“Questo è un grandissimo risultato per l’Ente –  dichiara l’assessore al ramo Nicolò Benfante – e un successo non indifferente per la comunità di Piana. Dotare l’ente, dopo appena 10 anni, di un bilancio nella competenza, significa fare programmazione, ma ancor di più evitare il metodico percorso consolidato dall’indebitamento, sia per uno stanziamento carente o inadeguato sia per la mancata approvazione di bilancio e conseguentemente l’insorgere di debiti fuori bilancio che aggravano il peso dello strumento finanziario stesso. Oggi si parla di rinascita finanziaria, si guarda ad una programmazione mirata, si parla di obiettivi, e di affidare il Peg ai vari Responsabili di Direzione. Sono contento per tutta l’Amministrazione per l’impegno e costanza profusi. Continueremo su questa strada – conclude – con fermezza, competenza, capacità e professionalità”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.