Segnala a Zazoom - Blog Directory

Abbattimento debito ACS, Russo (PD): “I cittadini hanno diritto di sapere, il sindaco dia risposte”

Russo: "Un gran brutto pasticcio, tutto di matrice meloniana, Arcidiacono e Intravaia hanno il dovere di fare chiarezza e dissipare ogni dubbio"

“Credo che le questioni sollevate dall’ex sindaco Capizzi in merito alla vicenda parcheggio comunale aprano degli interrogativi molto pesanti e non tanto sulla gestione dei vertici della burocrazia comunale, quanto sui vertici politici di questa amministrazione comunale a cominciare dal sindaco Alberto Arcidiacono e dal presidente del consiglio comunale On. Marco Intravaia”. 

È l’ex parlamentare del Partito democratico, Tonino Russo, ad entrare nel merito della questione sollevata ieri su queste colonne dal consigliere comunale Piero Capizzi e che riguarda l’abbattimento di un debito di circa 120.000 € maturato dall’ACS nei confronti del comune. Sulla questione il consigliere aveva posto una serie di interrogativi al primo cittadino, anticipando che avrebbe chiesto al presidente del consiglio comunale l’istituzione di una commissione d’inchiesta.

Capizzi: “A Monreale gestione parcheggi a pagamento poco chiara, si istituisca commissione d’inchiesta”

“Stupisce – prosegue Russo – l’assordante silenzio delle due principali cariche politiche di Fratelli d’Italia o Diventerà Bellissima che si voglia. Senz’altro in loro ci sarà parecchio imbarazzo, ma che abbiano perso tutt’assieme la capacità di parola, loro che in genere sono molto loquaci, suscita più di qualche dubbio”. 

Di certo emerge un gran brutto pasticcio maleodorante, sotto il profilo politico, tutto di matrice meloniana, (altro che favoletta del civismo per allocchi e babbei) se è vero come è vero che il sindaco Riini è anche un consigliere di Fratelli d’Italia al comune di Palermo ed il rappresentante della società Acs, che gestisce il parcheggio, è il padre dell’assessore regionale di Fratelli d’Italia, Alessandro Aricó. 

Davvero il sindaco non avverte niente di strano? Davvero assieme all’on. Intravaia non ha nulla da dichiarare? Davvero il sindaco Arcidiacono ritiene che i cittadini non abbiano il diritto di sapere se, ed eventualmente perché, ad una azienda, che casualmente vanta forti e innegabili legami politici col loro partito, si sarebbero abbonati oltre 120.000 euro? E ciò quando invece i monrealesi le proprie cartelle le devono pagare fino all’ultimo centesimo? Arcidiacono e Intravaia hanno il dovere di fare chiarezza e dissipare ogni dubbio. Se credono di cavarsela avvalendosi della facoltà di non rispondere ritengo che stiano sbagliando, su temi così delicati la trasparenza è d’obbligo. Ci pensino e ci facciano sapere”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.