Segnala a Zazoom - Blog Directory

Volley: è bufera arbitrale. Alta tensione in campo, un espulso. Doppia batosta per la new Gi.Ca.

Tuona il presidente C. Giannetto: “a pensar male si fa peccato ma si indovina spesso”. Inoltrato ricorso alla FIPAV (continua a leggere)

MONREALE (Volley) – Clamorosa sconfitta per la società new Gi.Ca. Sport Monreale. Perdono in finale e in semifinale rispettivamente i ragazzi e le ragazze della prima divisione, ma non senza polemica.

Infatti è bufera arbitrale!

Conquistano comunque la serie D i ragazzi allenati da mister Renato Corpora che nonostante la crisi pandemica e le difficoltà anche logistiche affrontate, hanno disputato i campionati di prima divisione maschile, la coppa città di Palermo ed ancora il trofeo Valentino Renda con serietà, impegno e sacrificio superando tutti gli ostacoli che si sono presentati davanti.

Rammarico, invece, per le ragazze allenate da mister Pippo Mirto che una volta conquistata la poule promozione, sconfitte in semifinale, adesso sperano nel ripescaggio. Tuttavia, le gialloblu sono ancora in disputa per aggiudicarsi la Coppa Città di Palermo.

Ricorso alla FIPAV

Come scrivevamo poc’anzi, mettendo da parte l’indiscutibile preparazione atletica di entrambe le formazioni femminili (Volley Bagheria e new Gi.Ca) sfidatesi in un clima di alta tensione a suon di schiacciate e battute avvelenate, a far discutere i preparatori atletici, la dirigenza e le giocatrici gialloblu il comportamento arbitrale corredato da “sviste e valutazioni erronee” in qualche modo determinanti sulla sorte del match.

È indescrivibile – commenta il presidente della Gi.Ca. C. Giannetto – il clima di nervosismo col quale le ragazze hanno dovuto affrontare il match. Un nervosismo provocato da tutta una serie di sviste e valutazioni arbitrali errate culminate, per le proteste della GICA, in cartellini uno giallo e uno rosso.

Si è giocato in un clima di terrore nel toccare la palla perchè il fischio dell’arbitro era imminente.

La grande prestazione messa in campo giorni fa dalle ragazze durante la disputa di un altro match oggi sembra un lontano ricordo a causa della condotta ostile e arrogante del direttore di gara”.

Poi tuona: “Ho formulato specifica richiesta agli organi competenti della FIPAV affinché i suddetti direttori di gara non arbitrino più partire della Gi.Ca. Per questo restante anno agonistico!

A pensar male si fa peccato ma si indovina spesso”

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.