Segnala a Zazoom - Blog Directory

Falsi vaccini anti Covid alla Fiera, arrestati medico in pensione e segretaria

Sono stati accusati di corruzione, falso ideologico e peculato

Sono stati arrestati a Palermo la segretaria di uno studio di medicina di base del capoluogo e un medico in pensione con l’accusa di corruzione, falso ideologico e peculato per aver fatto finta di aver somministrato le dosi di vaccino anti-covid alla fiera del Mediterraneo. La misura è scattata nella notte su delega della Procura, Digos e della Questura di Palermo.

“Sono accusati – spiegano dalla Questura – di aver fatto da mediatori nell’ambito di accordi corruttivi, finalizzati alle false vaccinazioni anti Covid, riguardanti diversi soggetti, per i quali, nei mesi scorsi, sono stati fermati e poi sottoposti a misure custodiali un’infermiera addetta al citato hub e due commercianti, uno dei quali con ruolo di vertice nell’ambito del locale movimento no vax”.

Questa attività avrebbe coinvolto anche diversi soggetti, tra questi anche un pregiudicato. Le indagini sono state compiute per mezzo di intercettazioni telefoniche e video ambientali: dalle analisi è emerso che nei telefoni cellulari sequestrati vi erano “veri ideatori dell’accordo corruttivo”: “istigavano – spiegano dalla Questura – l’infermiera a simulare le vaccinazioni e a percepire i relativi compensi, fino a 400 euro per ciascuna falsa vaccinazione, che poi dividevano con la prima”.

La segretaria inoltre “è stata posta al centro di una vasta rete di contatti, in tal modo dimostrando una peculiare pericolosità”. La donna avrebbe redatto una certificazione medica falsa in favore di un dipendente pubblico.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.