Segnala a Zazoom - Blog Directory

Piscina olimpionica su bene confiscato alla mafia, Monreale partecipa al bando

La piscina da 25 metri e 5 corsie dovrebbe sorgere a Monreale in contrada Pileri

Oggi la giunta Arcidiacono su proposta degli assessori ai servizi a rete Geppino Pupella e beni confiscati Letizia Sardisco ha dato l’ok per definire l’iter amministrativo che consentirà’ all’ente di presentare i progetti per la valorizzazione dei beni confiscati alla mafia, da finanziare nell’ ambito del PNRR.

Il bando rivolto alle Regioni del Mezzogiorno consente ai comuni di presentare più progetti su aree confiscate e trasferite al patrimonio comunale.
Con questi e altri progetti – ha dichiarato il sindaco Alberto Arcidiacono – stiamo dando grande spazio alle strutture per i nostri giovani che finalmente potranno usufruire di impianti sportivi e nello stesso tempo andremo a recuperare beni
Cinfiscati così come prevede la legge n. 109/96 per il riutilizzo pubblico e sociale dei beni confiscati alle mafie”.

L’assessore ai beni confiscati alla mafia Letizia Sardisco e l’assessore ai Servizi a rete Geppino Pupella, in piena collaborazione , hanno deciso inserire un progetto di riqualificazione e valorizzazione dell’area di via Pileri, a beneficio della collettività e delle nuove generazioni, dove sorgerà il Centro Sportivo “Themis”cin piscina per un importo di 3.164.833 euro e di un progetto di recupero e manutenzione dell’immobile situato nella stessa area da destinare alla protezione civile per un importo di 830.491 euro.

Il progetto del centro sportivo, dichiara l’assessore Sardisco, prevede una piscina olimpionica a vasca corta regolamentare da 25 metri e 5 corsie oltre la tribuna per una capienza di 400 spettatori , spogliatoi , uffici e zona giuria; un parcheggio e una area per futuri impianti.

“I progetti tecnici” – hanno sottolineato Pupella e Sardisco – “sono stati totalmente redatti dagli architetti comunali Finella Badagliacca e Piero Albanese  mentre la parte progettuale sociale è stata redatta dalla dott.ssa Alba Badagliacca, consulente del sindaco per i Fondi Europei e nazionali, e dall’avv.  Antonino Armato, Funzionario amministrativo assegnato al Comune di Monreale nell’ambito del PNRR”.

La squadra di tecnici comunali che ha lavorato ai progetti ha ricevuto i complimenti dell’amministrazione per l’impegno e la professionalità nella redazione degli impianti tra i quali vi è pure la ristrutturazione della cantina Kaggio per un importo di 337.000 euro e dell’ Agriturismo Portella della Ginestra per un importo di 115.000 euro.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.