Segnala a Zazoom - Blog Directory

Monreale, la Befana arriva per 100 bambini, donate calze con dolciumi e doni

Le associazioni hanno voluto regalare un momento di gioia e spensieratezza ai più piccini

MONREALE – Oggi 6 gennaio si celebra il giorno dell’Epifania, che secondo il detto “tutte le feste si porta via”.

Per i bambini l’Epifania è un momento per festeggiare l’arrivo della Befana. Secondo la tradizione, la notte del 5 gennaio, la Befana arriva nei camini di tutte le case e lascia dolciumi o carbone per tutti i bambini. La “vecchietta” tanto attesa dai più piccini, non è arrivata però a cavallo della sua fantomatica scopa, ma a bordo di una macchina.

Questo pomeriggio, presso il Circolo di Cultura Italia, sono state donate 100 calze ai più piccoli. Le associazioni che hanno voluto regalare sorrisi e spensieratezza ai bambini sono: La Casa delle Gioie, la Pro Loco, il Quartiere, CONVIVI L’AUTISMO e il Circolo di Cultura Italia. “Nonostante la pandemia ci abbia tolto la libertà, abbiamo deciso di realizzare questo evento – ha detto Enza Cangemi, presidente della Casa delle Gioie – per rendere felici i bambini. Abbiamo deciso di realizzare queste calze con dolciumi e qualche sorpresina per rendere questo giorno speciale”.

L’obiettivo di tutte le associazioni è quello di regalare un momento di gioia, di felicità e di spensieratezza per i più piccoli, perché la cosa più bella del mondo è vedere un bambino sorridere. Il tutto è stato coordinato dall’Evegreen. L’evento è stato realizzato anche con il contributo dell’amministrazione comunale.

“In pochi minuti cento bambini hanno ricevuto la calza della Befana – ha dichiarato l’assessore Geppino Pupella – nei loro volti si legge la gioia. Voglio ringraziare tutte le associazioni che hanno collaborato alla riuscita di questo Natale Ritrovato, in particolare ringrazio la presidente ed il segretario della Proloco, rispettivamente Amelia Crisantino e Piero Faraci“.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.