Sanfratello: “La CGIL a Monreale in crescita, registrate decine di nuove iscrizioni”

“Sto raccogliendo adesioni di lavoratori che alla CGIL non si erano voluti iscrivere prima"

0

MONREALE – “Gli uomini passano, il sindacato resta. E con il tempo ricostruiremo all’interno del comune di Monreale il gruppo dirigente che un sindacato come la CGIL merita”.

È il segretario provinciale della CGIL Funzione Pubblica, il monrealese Lillo Sanfratello, ad essere sceso in campo personalmente per ricostruire, dalle ceneri, la sezione locale del sindacato. Un sindacato ferito gravemente dopo la decisione dell’ex suo segretario aziendale, Silvio Russo, di uscirne (sbattendo la porta) e portando con sè decine di iscritti.

Dei 34 dipendenti della Ecolandia iscritti alla CGIL al 31 dicembre 2020, dopo l’intervento di Russo ne erano rimasti 5 o 6. La stragrande maggioranza era transitata alla CISL. 

Mentre, tra i dipendenti comunali, dei 23 iscritti al 30 maggio solamente 8 avevano mantenuto la tessera della CGIL. Un vero e proprio terremoto. La scelta di Silvio Russo aveva inferto un colpo durissimo al sindacato, che però aveva subito cercato di correre ai ripari.

“Abbiamo già recuperato una decina di iscritti tra i dipendenti della Ecolandia – spiega Lillo Sanfratello -, mentre altri 8 dipendenti comunali hanno già scelto la nostra sigla”.

“Sto raccogliendo adesioni di lavoratori che alla CGIL non si erano voluti iscrivere prima. Hanno molta fiducia nella mia persona, con molti di loro esiste un vecchio rapporto di amicizia. Conoscono il lavoro che ho svolto per 15 anni al fianco dei lavoratori, e sanno che adesso sarò io a sedere al tavolo di concertazione con il comune. Mi hanno dato fiducia”.

“Quello che è successo in questi mesi ci ha creato un forte disagio, è inutile negarlo. Ma non ha fermato la nostra attività al fianco dei lavoratori, e ci stiamo impegnando anche per recuperare gli iscritti. La CGIL poggia su basi solide, è un grande sindacato. Non abbiamo perso tempo a rilanciare la nostra azione sindacale all’interno del comune, promuovendo atti come quello dell’aumento delle ore per i lavoratori part time”.

Al momento la CGIL non ha un gruppo dirigenziale: “Le elezioni si terranno il prossimo anno. Ci stiamo impegnando a ricostruire un nuovo gruppo dirigente e dalle adesioni che abbiamo avuto già partiamo bene, con gente vogliosa di impegnarsi per difendere i diritti dei lavoratori”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.