Nuove nomine all’Istituto Superiore Rutelli. Alla guida del geometra il prof. monrealese Salvatore Venturella

"Il Rutelli una bella realtà polivalente, con aree umanistiche, scientifiche e tecniche, c’è un incremento della presenza femminile"

Si apre il nuovo anno scolastico all’Istituto Superiore Rutelli di Palermo e sotto la guida della DS, Prof.ssa Giovanna Ferrari, arrivano le nuove nomine relativamente alle funzioni strumentali e quindi all’organigramma dell’Istituto.

Tra quelle che abbiamo il piacere di sottolineare c’è quella del Prof. Salvatore Venturella che subentra alla guida dell’indirizzo Geometra nell’attività di coordinamento. Il prof. Venturella, monrealese, dopo gli studi all’università e a seguire il lavoro nell’ambito delle Forze Armate in qualità di Ufficiale del Corpo Ingegneri dell’Esercito, è stato per anni occupato, dal punto di vista professionale, nell’ambito del Provincial Reconstruction Team in Afghanistan e poi in Iraq e in Libano occupandosi della gestione degli interventi di ricostruzione delle infrastrutture e dei servizi essenziali (scuole, ospedali, uffici, strade, pozzi e servizi a rete) per la popolazione civile. Sempre nell’ambito di questa funzione, ha portato a termine numerosi progetti, gestendo per conto dell’amministrazione militare risorse sul campo. 

Dopo l’esperienza con l’Esercito, diverse motivazioni l’hanno condotto ad approdare nel mondo della scuola. Il primo incarico come docente di area tecnica a Treviso. Nel 2016 il trasferimento a Palermo, e quindi a seguire l’approdo all’Istituto Tecnico per Geometri del Rutelli nel 2018.

Il prof. Venturella da quest’anno sarà alla guida dell’indirizzo tecnico per Geometri. Costituirà un punto di riferimento per tutti gli studenti frequentanti e per i colleghi. In più si occuperà per conto dell’Istituto degli Erasmus e sarà referente per il solo indirizzo Geometra del PCTO (ex ASL).

“Ringrazio il DS per la fiducia e l’incarico di portare avanti settori strategici per l’indirizzo tecnico e allo stesso tempo trovare le strategie e le risorse per far crescere questa realtà storica del Rutelli, perché ricordiamo che l’Istituto Superiore di oggi nasce da quello che una volta era chiamato ITG Mario Rutelli. Fortunatamente godo di una ottima squadra di giovani colleghi con i quali da subito abbiamo avviato e messo sul campo tante iniziative. Primo fra tutti, nell’ambito dell’Alternanza Scuola Lavoro, segnalo la collaborazione con diversi enti, anche militari, e anche con amministrazioni comunali e associazioni. Per esempio, con il Comune di Monreale, lavoriamo già da un anno alla digitalizzazione BIM del patrimonio immobiliare comunale e ora, come avete sentito recentemente, cominceremo a collaborare anche per il Catasto Incendi mettendo in campo risorse e strumentazioni. Per queste attività ringrazio il Sindaco Alberto Arcidiacono e tutto il suo staff di lavoro, ringrazio il Geom. Giuseppe Sala a cui consegneremo a brevissimo il primo BIM che è inerente alla scuola Morvillo di Monreale.

Sul fronte dell’indirizzo di studi al Geometra tante le collaborazioni con enti privati di grosso calibro come EIT FOOD per esempio, dove l’anno scorso ci siamo posizionati al primo posto a livello regionale per il progetto d’impresa innovativa in agricoltura 4.0. Anticipo che dal prossimo anno scolastico entreranno in vigore due articolazioni sul piano di studi del Geometra che amplierà l’offerta formativa dell’indirizzo al triennio di specializzazione”. 

Questa è l’occasione di parlare delle novità dell’offerta formativa dell’istituto.

“Con i miei colleghi e con il Dirigente Scolastico abbiamo messo in campo due sfide per il futuro che porteranno i nostri studenti con il diploma tecnico ad essere più vicini al mondo del lavoro e alle esigenze odierne che l’attività tecnica richiede sia essa di ingegneria, architettura e in generale dell’area politecnica scientifica universitaria. Il Rutelli, e per quanto mi riguarda il Geometra, è una bella realtà polivalente dal punto di vista della didattica. Infatti, i nostri studenti spaziano dall’area umanistica a quella scientifica a quella tecnica integrando il tutto con le attività laboratoriali, questa è una cosa che contraddistingue l’indirizzo tecnico dai licei. L’ampliamento dell’offerta formativa in due articolazioni sarà una bella novità per il territorio in cui operiamo, e Monreale vi è dentro a pieno titolo, e questa novità la presenteremo con l’apertura dell’attività di orientamento quest’anno. Detto questo, abbiamo incrementato la presenza femminile per questo settore di studi, questo è un segnale positivo a maggior ragione quando incontri ragazze che preferiscono studiare in ambito tecnico più che liceale, ed il successo arriva, all’università e nel lavoro e i dati di Eduscopio parlano chiaro. In base agli anni siamo i secondi o i primi in classifica su base provinciale per il settore tecnico, davanti a istituti industriali di grosso spessore e questo non fa altro che gratificare il nostro lavoro, che ripeto è sempre rivolto a formare studenti sul piano umanistico, tecnico, economico e scientifico”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.