Oreto d’Arte, Pioppo sarà la seconda tappa della manifestazione

Dopo le prime due grandi tappe adesso “Oreto d’Arte” continuerà al fiume Sant'Elia di Pioppo.

0

MONREALE – Dopo un posticipo di svariati mesi domenica scorsa è stato lanciato il progetto “Oreto d’Arte”. Molti sono stati gli artisti ad aver partecipato.

“Una giornata all’insegna dell’arte immersi nella splendida cornice naturale del fiume Oreto”, queste le parole di una mamma che ha accompagnato i propri figli all’evento di domenica scorsa.

Questa domenica invece la manifestazione partirà proprio dal fiume Sant’Elia di Pioppo.

Per le 8:30 è fissato il raduno presso il parcheggio situato in via Giovanni Paolo II, in prossimità della Caserma dei Carabinieri. Dopodiché si procederà alla registrazione degli artisti partecipanti e all’acquisizione delle autocertificazioni e delle liberatorie. Verranno anche consegnate le opere d’arte fatte in studio dagli artisti per la mostra temporanea lungo il percorso che porta al fiume.

Ricordiamo ai nostri lettori che le estemporanee hanno lo scopo di raccontare, attraverso l’interpretazione artistica e letteraria dei partecipanti, il fiume Oreto ed i suoi affluenti raffigurando:

  • le bellezze naturalistiche dell’ambiente fluviale e della valle;
  • la flora e la fauna autoctone;
  • il patrimonio storico architettonico con richiami alle culture che hanno permeato la nostra terra (mulini, saje, ponti, etc.);
  • il paesaggio agricolo della valle (frutteti, agrumeti, uliveti, etc.);
  • le criticità del fiume (inquinamento delle acque, etc.).

Dalle ore 9 in poi ci sarà l’inaugurazione in via Molino dell’estemporanea d’arte e della mostra temporanea, in occasione interverrà anche il primo cittadino di Monreale Alberto Arcidiacono assieme all’assessore Paola Naimi, al Presidente del Consiglio comunale Marco Intravaia e al presidente della Consulta di Pioppo Giuseppe D’Alcamo.

Alle 9:30 verranno accolti gli artisti e verrà letta una poesia e un testo sull’importanza dell’arte e del ruolo dell’artista nel mondo. Subito dopo si procederà presso il murales Sant’Elia per scattare una foto di gruppo.

Dalle 10 in poi l’evento entrerà nel vivo con l’inizio delle estemporanea d’arte.

“Vedere eventi di questo genere a Pioppo è raro – afferma una giovane cittadina – molte volte non vengono valorizzati i tesori che noi abitanti di Pioppo abbiamo a pochi chilometri da casa, il fiume Sant’Elia ne è una prova schiacciante”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.