Strage Capaci, Musumeci accoglie Mattarella all’aula bunker

Il capogruppo all'Ars Lupo: "Esempio più che mai vivo"

0

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha accolto questa mattina, assieme al presidente dell’Assemblea regionale Gianfranco Micciché e al sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al suo arrivo nell’aula bunker del carcere Ucciardone per partecipare alla cerimonia organizzata dal ministero dell’Istruzione e dalla fondazione Falcone in occasione del 29° anniversario della strage di Capaci.

Musumeci ha poi partecipato, alla caserma Lungaro, sede del reparto scorte della Questura di Palermo, alla deposizione di una corona d’alloro sulla lapide dei caduti nelle stragi e allo svelamento della teca in cui sono conservati i resti della Fiat Croma “Quarto Savona 15”, l’auto di scorta del giudice Falcone.

“Il ricordo di Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro, Vito Schifani, morti per sconfiggere la mafia, rimane più che mai vivo nella coscienza civile dando vita all’inarrestabile processo di riscatto della Sicilia fatto di ribellione e di presa di coscienza collettiva contro ogni illegalità”. Lo afferma Giuseppe Lupo capogruppo PD all’Ars. “Oggi più che mai, nel momento in cui il Paese, messo in ginocchio dalla crisi economica, progetta la ripartenza, – continua il parlamentare regionale – abbiamo il dovere di vigilare contro ogni forma di illegalità per difendere il futuro dei giovani ai quali il Presidente Mattarella si è rivolto oggi definendoli “un monumento vivo”.
Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.