LIDL a Monreale? Proposta bocciata in commissione consiliare

Non passa la proposta di variante al PRG, ma vincolante sarà il voto in consiglio comunale

0

MONREALE – Fumata nera, ieri, sul primo passaggio propedeutico (quantunque non vincolante) alla nascita del centro commerciale della LIDL sulla circonvallazione di Monreale.

La società tedesca ha stipulato un preliminare di vendita per un lotto di terreno di 7.662,48 mq che si affaccia sulla circonvallazione di Monreale. Al momento vi insiste un fabbricato grezzo di circa 500 mq, per il quale è prevista la demolizione.

Nel primo pomeriggio la III Commissione Consiliare si era riunita per discutere la proposta di delibera di variante al PRG necessaria per cambiare la destinazione d’uso, da VL a commerciale, del lotto di terreno interessato.

Assente il consigliere Piero Capizzi (Alternativa Civica) al momento del voto. Si sono astenuti dal voto i consiglieri del Mosaico, Letizia Sardisco e Ignazio Davì (quest’ultimo da assessore aveva espresso voto favorevole durante la seduta di giunta). Anche il consigliere Antonella Giuliano (Forza Italia) si è astenuta dal voto. La Giuliano ha dichiarato che il suo voto in consiglio sarà condizionato alla relazione del dirigente finanziario del comune, il dott. Ignazio Tabone, al quale ha richiesto di presentare in consiglio comunale i dati sugli introiti che deriveranno dal pagamento delle imposte. 

LIDL a Monreale, il consiglio comunale chiamato a valutare costi e benefici

Positivo il voto del capogruppo de “La Nostra Terra”, Giulio Mannino.

Lunedì prossimo, alla riunione dei capigruppo, potrebbe essere calendarizzato il voto in consiglio comunale sull’adozione della variante.

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.