Nuovo Dpcm valido fino a Pasqua, palestre e piscine ancora chiuse

Il nuovo Dpcm entrerà in vigore il 6 marzo prossimo. Il governo Draghi sembra intenzionato a confermare quasi tutte le misure attualmente in campo

0

Il nuovo dpcm sta per entrare in vigore. Sono previste delle regole severe, ma senza particolari cambiamenti. Le limitazioni saranno valide fino alle festività pasquali e questa sembra essere la linea del governo in vista del prossimo dpcm che entrerà in vigore il 6 marzo prossimo.

L’idea del governo Draghi è quella di coinvolgere in maniera maggiore le regioni e informare sempre il Parlamento accogliendo eventuali suggerimenti da parte di deputati e senatori. Un altro nuovo metodo riguarda la comunicazione delle misure ai cittadini: Secondo Draghi va fatta con largo anticipo e per quanto concerne i ristori la campagna di comunicazione dovrà essere più veloce.

Ecco le restrizioni previste dal nuovo Dpcm

Per quanto riguarda tutte le restrizioni potrebbero essere simili, con qualche modifica in più, a quelle già in atto. Già è decisa la proroga del divieto di spostamento tra regioni fino al 27 marzo prossimo. Per quanto concerne invece, gli spostamenti nelle seconde case, si ipotizza un divieto per quelle in zona rossa o arancione scuro. Sulle scuole probabilmente non cambierà nulla, lasciando più libertà di scelta alle Regioni.

Il sistema dei colori resta in vigore

L’Italia resterà suddivisa in colori. Nasce anche il colore bianco, ma per il momento nessuna regione ha i parametri per poter entrare in questa fascia. Intanto proprio le Regioni chiedono di cambiare i parametri per l’individuazione delle zone e Draghi sembra essere intenzionato all’apertura di un tavolo tecnico con il ministero della Salute, l’Istituto superiore di sanità e i tecnici delle Regioni proprio per capire come modificare la raccolta dei dati.

Palestre, piscine e ristoranti ancora chiusi

Si va verso la conferma della chiusura di palestre, piscine e ristoranti che avrebbero dovuto aprire la sera in zona gialla poiché è ancora alto il rischio di un’eccessiva circolazione delle persone la sera e il pericolo di assembramenti.

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.