Maturità 2021, niente scritto ma solo maxi orale, Salvini: “Follia scuola fino a Giugno per Palermo”

Intanto i sindacati bocciano la proposta del Presidente Draghi di prolungare le lezioni fino al 30 giugno

0

Il neoministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha optato per un esame di maturità simile a quello dell’anno scorso, niente prove scritte per i ragazzi ma solo un maxi orale. 

Le ordinanze sono pronte e saranno inviate al consiglio superiore della Pubblica Istruzione già da Lunedì, per poi essere rese note a tutta la comunità scolastica, che si mobiliterà per preparare al meglio gli studenti. 

Non cambierà l’esame nemmeno per i ragazzi di terza media, che come l’anno scorso dovranno sottoporsi solo a una prova orale. 

Al contrario dell’anno scolastico passato, afferma il Ministro Bianchi, l’ammissione all’esame non sarà automatica, ma i ragazzi dovranno dimostrare di essersi impegnati durante l’anno.

Gli studenti in vista dell’esame dovranno preparare un elaborato assieme all’aiuto dei docenti, da non confondere con la vecchia tesina, utilizzata fino a qualche anno fa da ogni maturando per iniziare il proprio colloquio orale. 

L’elaborato sarà basato sulle materie d’indirizzo che verrà concordato dagli alunni in sinergia con i docenti, l’orale si svilupperà anche sulle altre discipline. 

La commissione rimane formata da 6 membri interni e il presidente esterno, come l’anno scorso. 

La data di inizio è fissata per il 16 giugno, giorno in cui circa mezzo milione di studenti italiani inizierà il tanto temuto esame.

 

Il voto finale, espresso in centesimi, sarà composto da un massimo di 60 punti ottenuti dallo studente nel corso del triennio e da un massimo di 40 punti per la prova orale, che verrano attribuiti dalla commissione. 

Mentre si decidono le modalità dell’esame di maturità, i sindacati hanno apertamente bocciato la proposta di Mario Draghi di allungare il calendario delle lezioni scolastiche fino al 30 giugno.

Anche l’ex Ministro degli Interni Matteo Salvini è intervenuto sulla questione sui suoi profili social, affermando: “Sarebbe una pazzia, una cosa è fare le lezioni fino a giugno a Trieste o a Udine, ma a Palermo come possono i nostri ragazzi rimanere in aula con 40 gradi?”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.