Arcidiacono: “Un bilancio di fine anno positivo, nonostante l’emergenza covid”

Carmine, Ciambra, Cres, illuminazione stradale, parco giochi inclusivo, Cineteatro Imperia, strade, monte Caputo, il sindaco elenca gli interventi della sua amministrazione

0

MONREALE – Fine anno è tempo di bilanci, e il sindaco Alberto Arcidiacono ha voluto fare quello della sua amministrazione nel corso della chiacchierata tenutasi in occasione del brindisi tenuto questa mattina con i giornalisti.

“Il momento più brutto dell’anno è stato quando ho ricevuto la prima telefonata di una nostra concittadina affetta da Covid e sintomatica. Mi è crollato il mondo addosso”.

L’annullamento della Festa del SS. Crocifisso (“ho vissuto una sensazione simile a quella di non potermi sedere a tavola per pranzare”) e l’organizzazione del Giro d’Italia (“abbiamo ricevuto i complimenti degli organizzatori”) sono forse il termometro dell’ampio spettro di situazioni ed episodi che si sono avvicendati nel corso di quest’anno.

Il primo cittadino ha elencato una serie di interventi che, nonostante i forti limiti imposti dalla pandemia, la sua amministrazione è riuscita a portare a termine. “Sono molto orgoglioso soprattutto della capacità dimostrata dalla mia amministrazione e dagli uffici di programmare in questo momento difficile”.

“La riqualificazione del quartiere Carmine è già cominciata. Entro marzo dovrebbero riprende i lavori di ristrutturazione del cineteatro Imperia. Da pochi giorni è stata emessa una sentenza che tiene conto dell’accordo bonario fatto con la ditta. Abbiamo chiesto all’assessorato regionale di rimettere il finanziamento in bilancio. Ci sono solo dei tempi tecnici da rispettare prima che la ditta possa riprendere i lavori”.

“A breve ripartirà la riqualificazione della Ciambra – continua Arcidiacono -, con il rifacimento della rete idrica e delle due reti fognarie, una per le acque bianche e una per le acque nere. Quindi verrà rifatta la pavimentazione e verrà installata l’illuminazione artistica, anche su via Cappuccini”.

Alcuni progetti di riqualificazione risalgono alle precedenti amministrazioni (Carmine all’amministrazione Di Matteo e Ciambra all’amministrazione Capizzi), conferma il sindaco, “ma c’era solo progetti di massima. Grazie all’aiuto dell’ufficio progettazione della regione siciliana e ai nostri uffici comunali siamo riusciti ad elaborare i progetti definitivi, e poi ci siamo occupati di trovare i finanziamenti”.

“Inoltre è prevista per il prossimo anno la riqualificazione dell’ex CRES, il parco giochi inclusivo, 2 progetti di messa in sicurezza di piazzale Candido e di via Salita Gravina, i lavori di consolidamento di monte Caputo, nei quali abbiamo inserito il nuovo impianto di illuminazione di via Regione Siciliana. E poi ancora le manutenzioni stradali, in gran parte già realizzate”.

Ma se c’è un progetto di cui il sindaco ha mostrato di andare particolarmente fiero è quello dell’illuminazione della circonvallazione: “È uno degli atti più importanti dell’amministrazione perché ci darà la possibilità di risolvere un problema critico, che ci ha causato diversi problemi. Era doveroso affrontarlo e risolverlo. Abbiamo trovato le somme. Stiamo aspettando il 2021 per cominciare i lavori solo per un problema tecnico-contabile che ci impone di investirle nel 2021”.

“Posso dire che il bilancio è stato positivo, nonostante la presenza di un nemico che ti fa sentire il suo fiato addosso. Guardiamo ad una Monreale ambiziosa, con tutte le carte in regola per guardare avanti, per diventare punto di riferimento dell’area metropolitana”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.