Coronavirus, a Monreale situazione stabile, Arcidiacono: “Al momento nessuna misura restrittiva”

All’orizzonte tamponi rapidi a tappeto per i cittadini monrealesi

2

Rimane monitorata la situazione dei contagi da Coronavirus nel territorio monrealese e in quello dei comuni limitrofi e continuano gli appelli delle autorità alla responsabilità collettiva affinché i cittadini, con i loro comportamenti responsabili e conformi alle regole stabilite, contribuiscano a sconfiggere la pandemia. Di fondamentale importanza anche la collaborazione tra le istituzioni finalizzata ad un coordinamento positivo volto a superare questa crisi mondiale che non è solo socio-sanitaria ma che potrebbe lasciare strascichi importanti per l’economia di tanti paesi.

Sono tante le misure adottate dai governi nazionale e regionale e dalle amministrazioni locali per il contenimento del virus anche se ancora più importante, come più volte ribadito, rimane la presa di coscienza collettiva funzionale ad evitare comportamenti irresponsabili rischiosi per la salute pubblica.

Ad oggi il territorio monrealese registra una situazione sotto controllo che permette all’amministrazione comunale di evitare di introdurre misure ancora più restrittive rispetto a quanto già stabilito dall’ultimo decreto del Presidente del consiglio dei Ministri dello scorso 18 ottobre.

La situazione del nostro territorio è costantemente monitorata – afferma il Sindaco – e attenzioniamo giornalmente ciò che accade con un confronto continuo con il Governo Regionale e con gli altri comuni del circondario.”

Per il momento dunque non c’è da fare allarmismi anche se rimane imprescindibile non abbassare la guardia e mantenere sempre comportamenti adeguati alla situazione.

“Finché i numeri rimarranno questi – continua Arcidiacono – non prenderemo ulteriori misure restrittive e qualsiasi azione che intraprenderemo verrà sempre tarata in funzione dell’andamento della curva dei contagi.

Ma la grande novità sul fronte sanitario pare possa concretizzarsi nei prossimi giorni. Potrebbe arrivare infatti la possibilità di eseguire test antigenici per tutti i cittadini monrealesi.

Stiamo pianificando uno screening di massa  insieme all’Assessorato alla Sanità – conclude il Sindaco Arcidiacono –  uno strumento di grande utilità soprattutto per individuare i positivi asintomatici contagiosi. È ancora tutto da concordare ma i tamponi a tappeto potrebbero essere eseguiti in tutti i comuni, come la nostra Monreale, con popolazione superiore a 30.000 abitanti.”

Notizie confortanti dunque ma, sebbene l’andamento dell’epidemia nell’ultimo mese sia stato più contenuto rispetto a quello di altri Paesi europei, rimane di fondamentale importanza rafforzare l’attività di prevenzione, limitare i contagi e ridurre al minimo il rischio.

2 Commenti
  1. Anonimo scrive

    Si. Perché non si autodenunciano

  2. Antonio scrive

    Potremo credere al sindaco sulla capacità di controllo quando vedremo i vari venditori di generi alimentari indossare la mascherina, sempre e in modo corretto.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.