Monreale, Comando della Polizia municipale, Ganci ricorre contro la nomina di Marulli

"Eccesso di potere, nomina senza laurea e con minore esperienza professionale, violati i principi di imparzialità e l’obbligo di idonea motivazione"

0

MONREALE – La determinazione sindacale con la quale Luigi Marulli è stato riconfermato a capo del comando della Polizia Municipale risulterebbe “viziata per eccesso di potere”. Ed ancora “Il sindaco, nell’esercizio del potere discrezionale di scelta, avrebbe violato i principi di imparzialità e l’obbligo di idonea motivazione. In particolare il sindaco avrebbe preferito, rispetto al ricorrente munito di diploma di laurea ed in possesso di maggiore comprovata esperienza professionale, un candidato privo del diploma di laurea e provvisto di titoli estranei al servizio di polizia municipale, esulando così i principi di scelta del candidato stabiliti nell’avviso di selezione”.

Sono queste alcune delle motivazioni con le quali l’avv. Francesco Ganci ha presentato ricorso per conto del proprio cliente, il commissario Castrense Ganci, contro la nomina, per un anno, di Marulli a capo del comando della Polizia Municipale. 

Il sindaco Arcidiacono  il 10 luglio scorso aveva firmato l’ordinanza di nomina in seguito alla selezione interna indetta per conferire l’incarico.

Alla prima fase selettiva erano state presentate quattro candidature. Il segretario comunale aveva ritenuto ammissibili solo le istanze presentate da due candidati. Quella del comandante uscente e quella dell’ex vicecomandante Castrense Ganci.

Nelle motivazioni della determinazione del sindaco si legge che sono stati valutati i “dati curriculari dei due candidati ammessi alla selezione, secondo i criteri individuati nell’avviso, anche con specifico riferimento alle competenze e professionalità che risultano più aderenti con gli obiettivi programmatici dell’Ente”.

Luigi Marulli era stato nominato al vertice del Comando della Polizia Municipale per la prima volta nell’aprile del 2017, dall’allora sindaco Piero Capizzi, in sostituzione di Castrense Ganci (che però aveva ricevuto la qualifica di vicecomandante), il quale aveva lasciato l’incarico a Monreale perché era andato a ricoprire il ruolo di Comandante al comune di Castellammare del Golfo. La nomina di Marulli, a tempo determinato, era stata poi riconfermata anche dal sindaco attuale, Alberto Arcidiacono.

Monreale, Luigi Marulli confermato Comandante della Polizia Municipale

Le precedenti nomine erano avvenute tramite atti di giunta, senza alcuna forma di selezione, diversamente da come avvenuto nel luglio scorso, anche se il bando era stato rivolto al solo personale interno all’ente.

Nel ricorso, il legale ha richiesto al Tribunale di Palermo-Sezione lavoro di condannare il Comune di Monreale alla nomina, con decorrenza immediata, di Castrense Ganci quale comandante della polizia municipale con titolarità di posizione organizzativa ed al risarcimento dei danni patrimoniali e/o extrapatrimoniali subiti, quantificati in € 25.000,00.

Il comune di Monreale ha deciso di costituirsi in giudizio. L’udienza per l’istanza cautelare si terrà il prossimo 11 settembre, quando sarà il giudice competete a fissare l’udienza di discussione per la trattazione nel merito della causa.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.