Rapinava negozi di intimo e telefonia: arrestato un 24enne

Le rapine sono state commesse lo scorso 28 febbraio e il 7 marzo

PALERMO – Rapinava i negozi di intimo e telefonia in viale Strasburgo, via Leonardo Da Vinci e in via Sciuti. Le forze dell’ordine hanno così arrestato e posto agli arresti domiciliari un giovane di 24 anni con l’applicazione del braccialetto elettronico.

Il giovane è stato accusato di essere l’autore di quattro rapine avvenute tra il 28 febbraio e il 7 marzo del 2020. Il bottino del giovane ammonterebbe a circa 2.500 euro e 25 smartphone.

Le indagini sono state condotte dai Falchi della sezione Contrasto al Crimine. Dalla questura spiegano che “le rapine consumate in un ristretto arco temporale sono apparse attribuibili verosimilmente alla stessa persona per fattezze fisiche e modus operandi dell’autore. L’acquisizione dei filmati registrati dai sistemi di videosorveglianza presi e le descrizioni fornite dalle vittime hanno consentito agli investigatori di ‘scremare’ i sospettati fino a ritenere di pervenire all’identità del colpevole”.

E poi aggiungono sempre dalla Questura che “si è trattato di un giovane dalla corporatura normale, alto un metro e settanta, che agiva sempre allo stesso modo: “Giungeva in prossimità dei negozi da rapinare a bordo di un motociclo, faceva ingresso all’interno dei locali travisato e indossando un casco e, dopo aver minacciato i presenti anche facendo intendere di essere armato, si impossessava di denaro e smartphone per poi fuggire facendo perdere le proprie tracce. In quella circostanza – concludono dalla Questura di Palermo – il giovane fuggito a bordo di motociclo sarebbe stato rintracciato e bloccato, subito dopo, da una pattuglia delle volanti. Il malvivente fu riconosciuto dalla vittima”.

Solo le ulteriori indagini ed approfondimenti hanno permesso ai poliziotti di attribuire al 24enne la responsabilità degli altri due colpi.

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.