Piana degli Albanesi, in arrivo importanti misure per il risanamento economico-finanziario

Petta: "Per il Comune è un'opportunità per ridurre lo stock debitorio e rientrare nell’indicatore della tempestività dei pagamenti"

0

Piana degli Albanesi, tra i primi comuni che attingono all’anticipazione di liquidità per il pagamento dei debiti fino al 31 dicembre 2019.

Con deliberazione di Giunta n. 50 è stata approvata l’autorizzazione a richiedere, alla Cassa Depositi e prestiti S.P.A., la concessione dell’anticipazione di liquidità di cui agli artt. 115 e 116 del Decreto Legge 19 Maggio 2020 n. 34.

La contrattazione con la CC.DD.PP. (Cassa depositi e prestiti), per quanto stabilito nel decreto “Rilancio” n. 34, prevede una anticipazione di Liquidità per la somma di € 581.556,06 comprensiva d’Iva, per tutti i crediti commerciali certi, liquidi ed esigibili, che trovano allocazione nella piattaforma dei crediti commerciali (denominata PCC) sino alla data del 31/12/2019.

Si evidenzia che non costituisce nuovo indebitamento, per quanto previsto ai sensi dell’art. 3, comma 17, della Legge 350 del 24/12/2003, ma trattasi di una mera anticipazione di liquidità, al tasso d’interesse nominale annuo del 1,226% con scadenza al 31/10/2049.

“Questo indica un passo avanti da parte della nostra amministrazione – dichiara il sindaco – insieme a misure fondamentali come la transazione ATO con un risparmio per le casse dell’Ente di €. 750.000,00, su un debito dovuto di € 950.000,00.
Questi sono elementi da considerare efficaci e concreti soprattutto a fronte di aver pagato solo nel mese di Gennaio 2020 debiti fuori bilancio di anni pregressi, generati da amministrazioni precedenti, per un ammontare di € 270.000,00 circa. Poi di aver rinegoziato mutui a carico della CC.DD.PP. e del Ministero delle Finanze (MEF) riducendo il carico finanziario dell’ente. Allo stato attuale – prosegue – per il Comune di Piana questa opportunità di ridurre lo stock debitorio di €. 581.556,06 e rientrare nell’indicatore della tempestività dei pagamenti, rileva un effetto positivo per la situazione finanziaria dell’ente, oltre ad avere margine di liquidità e poter affrontare e soddisfare le obbligazioni a breve termine”.

La richiesta già inoltrata dagli uffici ha avuto il parere favorevole da parte del Collegio dei Revisori, (puntuale e preciso nella fase di controllo degli atti) rilevando, altresì, che l’estinzione dei debiti per i quali viene richiesta l’anticipazione deve avvenire entro 30 giorni dall’avvenuto accreditamento nel conto di tesoreria dell’ente; pertanto nella previsione di ottenere l’importo richiesto, come in istanza, entro il mese di Settembre, a fine Ottobre debbono essere estinti tutti i debiti caricati nella PCC. L’istanza di adesione è stata inoltrata in data 1 Luglio.

“Ringrazio gli uffici comunali per il lavoro svolto in stretta collaborazione con la nostra amministrazione e con l’assessore al Bilancio Nicolò Benfante – conclude il Sindaco Rosario Petta – continuiamo senza indugi nel perseguire giorno dopo giorno gli obiettivi prefissati nel programma elettorale che prevedeva il risanamento delle casse del comune ridotto in predissesto ed in totale abbandono. Oggi grazie alle molteplici iniziative portate avanti con programmazione, progettualità e competenza siamo sulla buona strada nel poter dare spiragli di futuro.

La determinazione, la costanza ed il lavoro continuo alla lunga iniziano a dare i loro frutti, per un futuro migliore della nostra comunità. Piana merita di avere la possibilità di esporre e dimostrare le qualità e capacità nel panorama Provinciale, Regionale e Nazionale”

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.