Finanziaria, più trasferimenti ai comuni per le famiglie bisognose (tutte le misure)

Aiuti anche per chi ha ricevuto il buono spesa, finanziamenti per i liberi professionisti, varie esenzioni fiscali

Abolita per il 2020 la tassa automobilistica per vetture di cilindrata inferiore a 1400 cv e famiglie con un reddito fino a 15000 € annui e per le auto delle associazioni di volontariato

PALERMO – Proseguono anche oggi i lavori dell’Assemblea regionale siciliana per approvare la finanziaria. L’esercizio provvisorio è tecnicamente scaduto. 

Queste le misure fino ad oggi approvate: 

  • esenzione dal pagamento dei suoli pubblici, per bar, ristoranti e pizzerie e attività commerciali fino a dicembre 2020. 
  • Gli stabilimenti balneari non pagheranno le aree utilizzate per le attività estive mentre agricoltori e imprese zootecniche avranno la sospensione dei canoni per l’utilizzo delle aree destinate alla agricoltura e al pascolo degli animali. 
  • Previsti 300 milioni di euro per compensare i Comuni del mancato introito. Forza Italia ha fatto sapere che dopo il voto finale chiederà agli Assessori al Territorio ed Ambiente, Agricoltura ed Attività Produttive di rendere immediatamente disponibili queste norme.
  • In particolare le concessioni demaniali marittime sono esentate totalmente per l’anno 2020 e al 50% per il 2021. 
  • Abolita per il 2020 la tassa automobilistica per vetture di cilindrata inferiore a 1400 cv e famiglie con un reddito fino a 15000 € annui e per le auto delle associazioni di volontariato. 
  • Per quest’anno non sono dovuti i canoni di concessione per i pascoli e non si pagherà il tributo per i canoni in discarica dei rifiuti solidi. 
  • L’articolo 1 della finanziaria prevede che non vi siano tagli alle dotazioni finanziarie degli enti locali e non saranno recuperate le anticipazioni concesse ai Comuni in materia di raccolta rifiuti, per dare respiro ai Comuni che hanno sospeso i tributi a seguito dell’emergenza Coronavirus. 
  • Abrogato il divieto di mobilità degli 11.000 precari delle ex Province. 
  • Misure a sostegno delle famiglie siciliane in difficoltà sono contenute nell’articolo 7, misure che vengono allargate anche a chi ha già ricevuto il sussidio come il bonus alimentare statale e che sono state rimpinguate con altri 100 milioni di euro oltre ai cento già previsti. 
  • Con l’articolo 8 è stato esteso anche ai liberi professionisti l’accesso ai finanziamenti del “Fondo Sicilia” per le imprese siciliane, istituito presso l’Irfis. Per ogni finanziamento sono previsti anche contributi a fondo perduto per la sanificazione e l’adeguamento dei luoghi di lavoro.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.