Monreale, la memoria salvata: pergamene e opere d’arte dei Signori Abati e Arcivescovi (Foto)

0

Monreale, 10 giugno – Monreale la città degli archivi e delle biblioteche ognuno dei quali si identifica con una tortuosa e originale storia di sopravvivenza, capace di fornire una ricca e completa testimonianza divenuta espressione di cultura e di fede. Preziose e storiche sono le pergamene inventariate nei Tabulari e custodite nell’Archivio Storico Diocesano, nell’Archivio della Collegiata e nell’Archivio del Duomo di Monreale, oggi e fino al 10 ottobre  2016 saranno in mostra al pubblico grazie all’evento “Salutem et Apostolicam Benedictionem”.

Oggi all’Archivio Storico Diocesano di Monreale è stato celebrato l’evento, consegnando un patrimonio documentario che può essere definito “tabernacolo della memoria”. Nel Palazzo Arcivescovile, si è svolto il Convegno-Mostra: “Salutem et Apostolicam Benedictionem. La memoria salvata: pergamene e opere d’arte dei Signori Abati e Arcivescovi di Monreale”, in collaborazione con il Museo Diocesano, esponendo per la prima volta alcune pergamene storiche che vanno dal XIV al XX secolo, riguardanti l’elezione di alcuni Arcivescovi della Chiesa monrealese. Le pergamene, che constano di bolle papali, brevi, e alcune lettere, affidati per il restauro all’Officina della Memoria di San Martino delle Scale sono 58, hanno ottenuto nel 2014, dal Ministero BBCC, la dichiarazione di notevole importanza storica ed ora sono per la prima volta fruibili al pubblico.

Il valore delle pergamene (XIV–XX sec.), le quali riflettono l’attività politico, amministrativa e spirituale delle eminenti cariche arcivescovili e religiose dell’Arcidiocesi di Monreale, è accresciuto dalla pregevolezza unica delle decorazioni, dalle grafie curate ed eleganti, dai sigilli plumbei e in cera rossa: tutte caratteristiche della solenne attività svolta dalla cancelleria pontificia dove esse venivano emesse.

La scrittura della storia di una chiesa locale contribuisce a tenere desta la coscienza storica, questo è per Giuseppe Dossetti (presbitero, giurista, politico e teologo italiano) “l’elemento integrante della coscienza della Chiesa, cioè della sua coscienza di fede, di speranza e di carità”.

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.