Segnala a Zazoom - Blog Directory

Capaci accoglie Don Giuseppe Salamone: “Un’occasione per ricominciare con l’attività parrocchiale”

Don Salamone lascia la Collegiata dopo 11 anni, il saluto alla sua comunità

Don Giuseppe Salamone, sacerdote da 25 anni, è stato nominato Arciprete presso la Chiesa Madre Sant’Erasmo di Capaci. Attraverso la nostra intervista ha voluto ringraziare l’intera comunità per la vicinanza, la stima e l’affetto di questi anni.

La nomina a rettore del Santuario della Collegiata risale al 26 Novembre 2010. Era appena cambiata la natura giuridica del luogo sacro, passato da parrocchia a rettoria. Attraverso questa breve intervista, riportiamo le parole di Don Giuseppe Salamone, il quale ci ha illustrato il percorso di cambiamento da parrocchia a santuario della chiesa Collegiata e ci ha detto cosa si aspetta da questa nuova esperienza come Arciprete. 

“Tenendo conto di questo passaggio, ho cercato di porre l’attenzione sull’aspetto più prettamente spirituale, valorizzando il culto al Santissimo Crocifisso, tramite l’approfondimento della pratica della Calata dei Veli, guardando al passato e gettando le basi per il futuro. Per documentarmi ho utilizzato il testo originario di Mons. Venero e ho adattato tutto tenendo conto delle esigenze odierne. Da questo lavoro è venuto fuori un libretto per aiutare la comunità a meditare maggiormente sulla Passione, secondo questo rito così tradizionale ma anche unico che viene svolto in altre parti della Sicilia. Ho cercato di valorizzare ancora di più il momento della Novena della festa del SS. Crocifisso, invitando dei predicatori con l’intento di creare un momento di riflessione per la comunità monrealese, molto devota a questa festa. Il momento della processione deve essere visto come un ringraziamento per Colui che ha dato tutto se stesso per noi fino alla morte”. 

“Questa nuova nomina – prosegue Don Giuseppe Salamone – per me è un’occasione per ripartire, per ricominciare dopo un’assenza dall’attività parrocchiale di quattordici anni. Ripartire dal punto di vista pastorale, dopo una parentesi che mi ha visto impegnato in qualcosa di diverso dalla gestione di una parrocchia”.

La comunità di Capaci è pronta ad accogliere Don Giuseppe con orgoglio, creando un clima di sinergie e collaborazione che porta avanti nel nome di comunità cristiana il lavoro già cominciato da Don Pietro Macaluso. 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.