Segnala a Zazoom - Blog Directory

Ennesimo cane vittima dell’indifferenza umana. Arrivano i volontari

Allertata la polizia municipale, l’animale è stato subito trasportato in una clinica veterinaria

MONREALE – Ancora sangue sull’asfalto. Ancora dolore per i cuori più sensibili, ancora volontari a raccogliere i pezzi, o meglio, i resti di una società indifferente.

Era il 30 gennaio 2022 quando scrivevamo del ritrovamento di due cagnolini, di cui uno investito lasciato a giacere sull’asfalto (leggi l’articolo). Oggi, ritorniamo a scrivere di un altro triste episodio successo nella serata del 5 febbraio 2022 in via linea ferrata, a Monreale.

COSA È SUCCESSO

Un altro cane, presumibilmente randagio, intorno alle ore 21,30 di ieri sera, è stato ritrovato nei pressi di via linea ferrata vicino la galleria, a Monreale, da due angeli della strada, i volontari: Linda Guarnieri e Nicola Alessandro. Da una prima ipotesi, si presume che il cane possa essere stato investito da un’automobile che non ha prestato soccorso. Non è da escludere, però, che ad aggredire il cane possa essere stato un branco.

La dinamica non è ancora chiara e l’analisi del veterinario contribuirà a comprendere l’accaduto grazie alla valutazione delle gravi ferite riportate dall’animale che adesso si trova ricoverato presso la clinica veterinaria Zarcone di Palermo.

Il trasporto in clinica è stato prontamente autorizzato dal comandante della Polizia Municipale di Monreale che ne ha dapprima disposto il prelievo dal territorio.

La prognosi è ancora incerta.

L’indifferenza umana, purtroppo, no!

Sono purtroppo tanti gli animali abbandonati al loro triste destino sul territorio siciliano.

Sono purtroppo pochi coloro che si prestano a voler cambiare le sorti di questa sanguinante piaga.

Se crediamo nell’immenso valore della vita, prestare soccorso non dovrebbe essere la virtù dei pochi ma dovrebbe confluire fra le azioni che inebriano di speranza il mondo, quel mondo che desideriamo fosse moralmente florido e armonioso. Quel mondo che non dovrebbe cristallizzarsi nella “bontà d’animo” dei pochi per funzionare di stenti.

L’indifferenza uccide e paralizza l’umanità nell’azione pericolosa e statica del silenzio!

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.