Continua il terremoto ad Unipa, il prof Dominici: “Combatterò il regime, anche da esiliato”

Il docente universitario minaccia l'espatrio in quei luoghi dove il green pass è considerato anticostituzionale

PALERMO – Continua la lotta del professore dell’Università di Palermo Gandolfo Dominici contro l’obbligatorietà del green-pass, divenuto ormai indispensabile per poter frequentare in presenza le lezioni dell’ateneo.

Negli scorsi giorni il docente aveva pubblicato l’immagine dell’entrata del campo di sterminio di AUSCHWITZ, ma al posto della scritta “Il lavoro rende liberi”, campeggiava la frase “Il vaccino rende liberi”.

Puoi leggere il nostro precedente articolo cliccando qui

Da lì a poco il rettore uscente dell’Università di Palermo, Fabrizio Micari aveva pubblicato una nota nel sito dove si dissociava prontamente a nome di tutto l’ateneo. 

Ecco la nota pubblicata dal rettore:

“A nome dell’Ateneo – si legge in una firmata dallo stesso rettore – mi dissocio in maniera netta e completa da quanto pubblicato su un social network da un docente dell’Ateneo in risposta ad un esponente politico. L’associazione del vaccino contro il Covid-19 al motto dei campi di sterminio nazisti è totalmente inopportuna e gravemente offensiva. Per quanto l’Università sia un luogo aperto alla libertà di pensiero e di dibattito appare intollerabile e raccapricciante la strumentalizzazione di una delle pagine più drammatiche della storia per esprimere una personale posizione.

“L’Ateneo seppure nel rispetto delle opinioni stigmatizza tale modalità di espressione. Estremamente lontana dallo spirito accademico di diffusione di un pensiero responsabile, basato sull’oggettività e sulla conoscenza”.

Non è tardata ad arrivare la risposta del professore Dominici, pubblicata la scorsa notte in un post nei suoi profili social: “Spesso mi chiedono “Gandolfo che si può fare? Io dico quello che farò io: combatterò sempre! Ma se questo regime dovesse cristallizzarsi espatrierò”. Il docente di UniPa – se la situazione dovesse quindi rimanere questa – minaccia di abbandonare Palermo e l’Italia per dirigersi verso mete dove probabilmente il green-pass non è obbligatorio perchè ritenuto anticostituzionale. 

Il professore conclude dicendo “Continuerò a combattere per il mio paese anche dall’estero come tanti altri dissidenti in esilio dalle dittature”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.