Sei tonnellate di Hashish a bordo di un veliero, 3 arresti al porto di Palermo

Immesso nel mercato, il carico, avrebbe fruttato circa 13 milioni di euro

0

Un’imbarcazione a vela, battente bandiera degli Stati Uniti d’America, è stata intercettata da un Aereo della Guardia di Finanza, impiegato in attività di sorveglianza e pattugliamento del Mediterraneo occidentale. Dopo l’avvistamento la barca a vela è stata monitorata, per circa 12 ore.

“Dopo aver ottenuto il necessario nulla osta dallo Stato di bandiera dell’imbarcazione per sottoporla ad un controllo di Polizia, il team di abbordaggio del Pattugliatore Multiruolo – scrivono dalla Guardia di Finanza – ha proceduto all’accesso ed al fermo del veliero. A bordo, erano presenti 3 membri dell’equipaggio, di nazionalità bulgara, ed è stato rinvenuto un ingente quantitativo di hashish”.

Il veliero è stato condotto nel porto di Palermo per proseguire l’attività di Polizia Giudiziaria, da parte dei militari del Gruppo di Investigazione sulla Criminalità Organizzata (G.I.C.O.) del locale Nucleo di Polizia Economico Finanziaria e della Stazione Navale di Palermo. L’operazione si è conclusa con l’arresto dei 3 membri dell’equipaggio ed il sequestro dell’imbarcazione utilizzata per il traffico illecito, unitamente al prezioso carico di circa 6 tonnellate di hashish che, immesso sul mercato
clandestino, avrebbe fruttato circa 13 milioni di euro.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.