La Sicilia potrebbe vedere il giallo con i nuovi criteri

Contagi in lieve salita, meno ricoveri in ospedali

0

La Sicilia potrebbe entrare in zona gialla a partire dal 16 maggio prossimo per effetto della revisione dei due indicatori principali, ovvero, l’indice Rt e l’incidenza di casi di infezione da Covid. Il nuovo modello sarà esaminato domani nell’incontro tra governo e regioni dopo le valutazioni fatte dall’istituto superiore di sanità e dai tecnici regionali.

Il passaggio in zona ad alto rischio avverrebbe se il livello di occupazione di area medica ospedaliera e area di terapia intensiva arrivasse rispettivamente al 30% e al 20% (ora al 40 e al 30). Tre le fasce di incidenza: quella a maggior rischio sarebbe fissata a partire da 150 casi su 100mila persone. Nell’isola il bollettino di ieri indicava 894 nuovi positivi, su 27.362 tamponi processati, con una incidenza del 3,3%, in leggero aumento rispetto a ieri. La Regione è seconda per numero di contagi giornalieri dietro la Campania. Le vittime sono state 26 (ieri 6) e portano il totale a 5.592. Il numero degli attuali positivi è di 22.162 con una riduzione di 68 casi.

I guariti sono 936. Negli ospedali i ricoverati sono 1.092, ventisette in meno rispetto a ieri, quelli nelle terapie intensive sono 133, due in più in 24 ore. Per quanto riguarda le vaccinazioni prosegue spedita l’operazione “isole Covid free”: nelle Eolie dopo Salina, Alicudi, Filicudi le vaccinazioni di massa sbarcano a Panarea. L’equipe diretta da Antonio Pallino, vice primario del reparto di chirurgia dell’ospedale di Lipari, per quasi tutta la giornata ha vaccinato circa 200 persone tra isolani, lavoratori stagionali e domiciliati.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.