A Monreale il LIDL si farà, martedì il consiglio comunale approva la variante al PRG

Anche tra le fila dell’opposizione molti consiglieri favorevoli alla nascita del centro commerciale tedesco

MONREALE – A meno di colpi di scena dell’ultimo momento il LIDL otterrà il placet del consiglio comunale. La maggioranza della politica monrealese (di governo e di opposizione) vede di buon occhio la nascita del colosso commerciale tedesco in casa propria.

Martedì 18 maggio il consiglio comunale voterà la proposta di delibera di variante al PRG necessaria per cambiare la destinazione d’uso, da VL a commerciale, del lotto di terreno interessato.

La società tedesca ha stipulato un preliminare di vendita per un lotto di terreno di 7.662,48 mq che si affaccia sulla circonvallazione di Monreale. Al momento vi insiste un fabbricato grezzo di circa 500 mq, per il quale è prevista la demolizione.

La strada per giungere alla variante al PRG sembra spianata.

A dicembre la giunta Arcidiacono aveva approvato la proposta progettuale di variante urbanistica presentata dalla LIDL ITALIA.

Ad aprile la III commissione consiliare aveva espresso parere negativo (non vincolante). Ma con molta probabilità nel corso della seduta del consiglio comunale convocata per il pomeriggio del martedì della prossima settimana non si assisterà ad un grande dibattito. Le forze di maggioranza sono molto coese, ma anche tra le file dell’opposizione in molti ritengono “buona cosa” l’apertura del centro commerciale, auspicato da molti cittadini (leggi “consumatori”). 

Alcuni consiglieri di opposizione, anche loro favorevoli alla creazione del mega centro commerciale tedesco, potrebbero astenersi dal voto o più probabilmente assentarsi al momento della votazione, facendo abbassare così il quorum e lasciando così la maggioranza di governo a votarsi l’atto.

Un no più esplicito potrebbe forse arrivare dalle file del Mosaico. In commissione i consiglieri Letizia Sardisco e Ignazio Davì si erano astenuti dal voto (che equivale a votare contro).

LIDL, tra il SI dei consumatori e il NO dei negozianti cosa deciderà la Politica?

LIDL a Monreale? No grazie. I commercianti sul piede di guerra

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.