Salvatore La Mantia, si indaga sulla morte del giovane monrealese, ieri l’autopsia

I familiari hanno incaricato gli avvocati Salvino e Mario Caputo per scoprire le cause del decesso

0

Si é svolto ieri mattina presso il reparto di Anatomia Patologica del Policlinico di Palermo l’esame autoptico sulla salma del giovane monrealese La Mantia Salvatore, deceduto nella giornata del 16 aprile scorso.

Il giovane, conosciuto a Monreale, ex dipendente della friggitoria Perna, dell’età di 41, è scomparso per cause ancora non determinate.

La famiglia ha nominato gli Avvocati Salvino e Mario Caputo e la Dr.ssa Giada Caputo quali legali per accertare le cause del decesso.

Intanto ieri si è tenuto l’esame autoptico disposto dalla Procura della Repubblica. L’incarico é stato affidato alla Prof. Antonella Argo e alla Dr.ssa Malandrino Giuliana. 

Presenti gli Avvocati Salvino e Mario Caputo e la Dr.ssa Giada Caputo, che hanno nominato consulente delle parti offese il Dr. Manfredi Rubino. Dopo l’esame autoptico verranno disposti gli esami istologici sui campioni organici esaminati dai medici legali. 

“Stiamo seguendo con grande attenzione – hanno affermato i difensori Salvino e Mario Caputo – unitamente a tutti i familiari l’esame scientifico per addivenire alla individuazione delle cause che hanno determinato il decesso di Salvatore La Mantia. Al momento, nonostante il lavoro dei medici legali e del nostro consulente, non é possibile stabilire se il decesso sia stato provocato da cause naturali o da eventi traumatici. Siamo in attesa di conoscere l’esito degli esami istologici che certamente consentiranno di determinare l’esatta causa del decesso.

Con i familiari, intanto, stiamo cercando di ricostruire i movimenti e i contatti del La Mantia Salvatore nei giorni precedenti al decesso”.

Mistero per la morte di Salvo La Mantia, disposta l’autopsia per il corpo del 41 enne

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.