25 aprile, Festa della Liberazione, AUSER e ANPI deporranno un fiore al monumento ai caduti

Anche Monreale ha offerto il suo tributo di sangue con i suoi concittadini Biagio Giordano, Andrea Patellaro, Giovanni Romano, Salvatore Sciortino, Benedetto Schiera

0

MONREALE – Anche quest’anno, causa le restrizioni previste dall’ultimo DPCM, non sono previste pubbliche manifestazioni per celebrare varie ricorrenze.

Ma la ricorrenza del 25 aprile, Festa nazionale della Liberazione, non può passare inosservata e nel silenzio più assoluto.

L’AUSER di Monreale, Circolo Biagio Giordano, presieduta da Luigi Mazzola, ha da anni adottato il monumento ad essa dedicato e da anni cura lo svolgimento delle manifestazioni correlate. Pertanto, in raccordo con l’ANPI Nazionale, anziché la classica manifestazione per celebrare la ricorrenza, per quest’anno si è concordato, in rispetto alle disposizioni vigenti, di invitare i cittadini a deporre un fiore, nei propri comuni, sotto le targhe delle strade dedicate ad antifascisti e partigiani, nel pieno rispetto delle normative anti-covid. 

L’AUSER di Monreale, in quella giornata, alle ore 10,30, deporrà un fiore alla base del monumento presenziando solamente con due persone che compiranno il gesto simbolico. In questo modo il 25 aprile il paese si ritroverà unito intorno a quella straordinaria stagione di lotta per la libertà e la democrazia. Un fiore che diverrà una luce accesa sul sacrificio di tanti uomini e donne da cui sono nate la Repubblica e la Costituzione.

È bene ricordare che anche Monreale ha offerto il suo tributo di sangue con i suoi concittadini: Biagio Giordano, Andrea Patellaro, Giovanni Romano, Salvatore Sciortino e Benedetto Schiera. A loro è dedicata questa giornata.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.