Monreale, presto il via a 2 progetti per i percettori di Reddito di Cittadinanza

Assistenza agli anziani, ai disabili e agli studenti, i Progetti di utilità collettiva coinvolgeranno 26 percettori del Reddito di Cittadinanza

0

Anche a Monreale partiranno i progetti, predisposti dall’Area promozione sociale e territori del Comune, che coinvolgeranno i beneficiari di Reddito di cittadinanza. Secondo quanto stabilito dalla normativa nazionale, ogni percettore della misura di sostegno è infatti tenuto ad offrire la propria disponibilità per la partecipazione a progetti utili per la collettività da svolgere nel proprio Comune di residenza.

Il primo Puc approvato, con supervisore Maria Teresa Miceli, è “Non sei solo……insieme si può!”. Il progetto è volto a supportare anziani e disabili del territorio. Disbrigo di pratiche, acquisto di generi di prima necessità, supporto nella pulizia dell’alloggio e nella preparazione dei pasti – queste alcune delle mansioni previste. Saranno coinvolti 16 percettori di Rdc, di cui 8 selezionati dal Servizio Sociale C.le e 8 inviati dal Centro per l’impiego per ogni turno di 4 mesi per tre turni. L’impegno settimanale richiesto è pari a 8 ore settimanali ciascuno. Come requisito sarà necessario il diploma di scuola media e, per 1/3 dei componenti, la patente di guida. 

Il secondo Puc, con responsabile Stefano Intravaia, è “Tutti in Scuola in bus!”. I soggetti coinvolti si occuperanno di sorvegliare gli studenti durante il tragitto in scuolabus per e dalla scuola e di accompagnarli sino all’ingresso nell’edificio scolastico e viceversa all’uscita. Il progetto avrà inizio a settembre e terminerà a giugno, in coincidenza con le date di inizio e fine dell’anno scolastico. Il servizio sarà svolto dal lunedì al venerdì per n. 2 ore giornaliere, per un totale di 10 ore settimanali. Il progetto è rivolto a 10 soggetti titolari di Rdc, di cui 5 inviati dal Centro per l’impiego e 5 selezionati dal Comune. I colloqui per la selezione dei partecipanti al progetto saranno effettuati rispettivamente dai servizi Sociali e dal Centro per l’impiego.

I materiali, gli strumenti di uso collettivo e i costi del progetto, compresa l’assicurazione, sono stati trasferiti dal Comune di Palermo con riferimento al Fondo Povertà 2019 per un totale di €17.600,00.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.