Morta un’insegnante del Don Bosco di Palermo: alcuni giorni prima vaccinata con AstraZeneca

Trasferita presso la Terapia Intensiva in disfunzione multiorgano nonostante i trattamenti avanzati e le cure prestate dai sanitari è deceduta questa mattina.

0

Cinzia Pennino, insegnante del Don Bosco di Palermo, è morta al Policlinico a seguito di una trombosi. La donna aveva ricevuto il vaccino AstraZeneca una settimana prima del ricovero. Tuttavia, i medici non hanno parlato di correlazione tra il decesso della donna e la somministrazione del vaccino. In una nota della suddetta struttura sanitaria si legge: “La paziente è giunta al
Policlinico Paolo Giaccone di Palermo il 24 marzo in condizioni molto critiche con trombosi profonda estesa e una storia anamnestica nella quale è presente anche una somministrazione vaccinale.

Trasferita presso la Terapia Intensiva in disfunzione multiorgano nonostante i trattamenti avanzati e le cure prestate dai sanitari è deceduta questa mattina. Come previsto in tale
circostanza il caso è stato segnalato all’ e alla autorità giudiziaria”.

Renato Costa, commissario covid di Palermo, ha dichiarato che vi è da escludere qualsiasi legame tra la morte della donna e il vaccino. Cinzia Pennino era una persona molto impegnata: il volontariato nel centro salesiano Santa Chiara dell’Albergheria e nel Vis, scandiva le sue giornate e in passato aveva preso parte a diverse missioni in africa, come quelle neivillaggi senegalesi.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.