Flessibilità nel mondo del lavoro: il ruolo del lavoro in somministrazione

0

Durante gli scorsi 12 mesi si è verificato un vero e proprio boom dello staff leasing. Il lavoro in somministrazione a tempo indeterminato è molto richiesto dalle aziende che cercano maggiore dinamismo e flessibilità occupazionale.

Nel mercato del lavoro odierno la flessibilità è un elemento sempre più richiesto e ricercato. Per questo motivo, quando si tratta di reintegrare o assumere una nuova risorsa, le aziende fanno ricorso al supporto offerto dalle agenzie specializzate nel reclutamento di personale.

Le società di recruiting fungono infatti da “ponte” tra chi cerca e chi offre lavoro. Restando in tema di flessibilità, una soluzione adatta a garantire dinamismo senza rinunciare alla qualità è quella del lavoro in somministrazione. Si tratta di un particolare rapporto professionale, regolata da un contratto di lavoro stipulato non tra due, bensì fra tre soggetti. Nello specifico, questi sono il lavoratore, il datore di lavoro (un libero professionista o, più spesso, un’azienda) e l’agenzia per il lavoro. Gli ultimi due, rispettivamente, vengono comunemente denominati utilizzatore e somministratore.

Il contratto di lavoro in somministrazione prevede che il lavoratore venga assunto dal somministratore, ma presti servizio – e più precisamente vada in missione – presso l’utilizzatore.

Il ricorso alla somministrazione di lavoro da parte delle aziende ha recentemente conosciuto un sensibile aumento. In particolare, nella formula dell’assunzione a tempo indeterminato che viene normalmente chiamata staff leasing. Stando ai dati riportati in alcune ricerche, nel corso dell’ultimo anno il numero dei contratti di staff leasing è cresciuto del 400% rispetto a quello registrato nei 12 mesi precedenti.

Il motivo, secondo gli analisti, andrebbe ricercato proprio in quell’esigenza di dinamismo e flessibilità avvertita dalle aziende italiane, esacerbata dall’instabilità generata dalla pandemia.

Gli imprenditori che hanno necessità di assumere personale per un periodo di tempo limitato possono beneficiare del supporto di Jobtech, la prima agenzia interinale italiana a operare soltanto in digitale. Jobtech offre personale con la formula dello staff leasing, formato in base alle specifiche esigenze dell’azienda utilizzatrice. Questa può quindi usufruire di risorse qualificate che non rientrano nel calcolo dell’organico regolare, a garanzia di quella flessibilità ed elasticità organizzativa tanto ricercata al giorno d’oggi.

Ricorrendo al lavoro in somministrazione fornito dalle agenzie interinali, l’utilizzatore è esentato dagli oneri burocratici e dal pagamento dei costi amministrativi che competono alle assunzioni dirette. Contemporaneamente, può dedicare il tempo e le risorse risparmiate ad altre attività, fondamentali per la crescita e lo sviluppo dell’azienda stessa.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.