Monreale, concorso per 5 assistenti sociali, 2 amministrativi e uno psicologo

Per legge in ogni Comune almeno 1 assistente sociale ogni 5000 abitanti. Per Monreale serviranno 5/6 nuove unità

0

Monreale procede a grandi passi verso l’assunzione di nuovo personale. Il Comune ha ottenuto circa 200.000 euro per procedere a delle assunzioni all’interno dei servizi sociali al fine di potenziare gli uffici e migliorare il servizio. Verranno assunti 5 assistenti sociali, 2 amministrativi in categoria C e uno psicologo.

“Entro quest’anno verranno banditi, secondo la normale procedura, dei concorsi pubblici per l’assunzione di personale, anche se a tempo determinato – ci spiega Sandro Russo, assessore ai servizi sociali -. Abbiamo già ottenuto il finanziamento, adesso si procederà con il bando, poi con il concorso e infine con l’assunzione. Ma bisogna fare una precisazione: dei 5 assistenti sociali necessari, 4 erano già stati assunti 3 anni fa dal comune di Santa Cristina Gela, che fa parte del distretto socio-sanitario 42 all’interno del quale Santa Cristina era l’unico Comune che poteva assumere. Adesso stiamo verificando con il Comune di Palermo, capofila del distretto, se possiamo assumerli a Monreale rinnovandogli il contratto esistente senza necessità di prove concorsuali. Il concorso dunque verrà bandito per il rimanente posto di assistente sociale così come per i due amministrativi e per lo psicologo. Tutto ciò chiaramente servirà per potenziare i servizi sociali nel nostro paese e portare avanti sempre più progetti a beneficio della popolazione”.

Il Comune di Monreale da qualche anno sta assistendo al pensionamento di un numero considerevole di dipendenti comunali – si parla di circa 70 persone – e al conseguente impoverimento del personale a servizio dei cittadini. “Tanta gente è andata in pensione già da più di due anni a questa parte, – continua Russo – e tanti altri li seguiranno nell’immediato futuro. Nel frattempo si sta cercando di mantenere livello e qualità dei servizi utilizzando il personale a disposizione del Comune aumentando le ore ai dipendenti a tempo parziale”.

Altra pagina relativa alle nuove assunzioni – conclude il consigliere – riguarda ulteriori 5 o 6 unità di personale sempre all’interno dei servizi sociali, questa volta a tempo indeterminato, finanziati dalla legge nazionale nell’ambito del PON inclusione – Fondo Povertà. La legge stabilisce infatti che ogni Comune in Italia deve avere almeno 1 assistente sociale ogni 5000 abitanti”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.