Giacopelli (CISL): “Nessuna incompatibilità per la carica di Silvio Russo nella RSU”

“È di esclusiva competenza della stessa RSU pronunciarsi in merito ed eventualmente dichiarare decaduto il componente”

MONREALENei giorni scorsi l’ex consigliere comunale Giovanni Schimmenti, “storico” esponente della sinistra monrealese, in una intervista ha lamentato che la figura politica di Silvio Russo, attuale segretario cittadino del Partito Democratico, “è incompatibile con quella di rappresentante sindacale”.

Sulla vicenda si registra l’intervento del segretario aziendale della Cisl-Funzione Pubblica, Nicola Giacopelli, che al riguardo dichiara: “Il collega Russo fa parte della rappresentanza sindacale unitaria: l’accordo nazionale che regola la costituzione delle RSU stabilisce che la carica di componente della stessa è incompatibile con cariche in organismi istituzionali ovvero in partiti e movimenti politici. La RSU è un organo elettivo di rappresentanza dei lavoratori che assume le decisioni a maggioranza dei propri componenti; nessuno che vi sia estraneo, ripeto nessuno, può intervenire o interferire né sulla sua composizione, né sul suo funzionamento. Una volta eletta – prosegue Giacopelli – la RSU è legittimata ad agire in piena autonomia: qualora sia rilevata una situazione di incompatibilità, è di esclusiva competenza della stessa RSU pronunciarsi in merito ed eventualmente dichiarare decaduto il componente, procedendo di conseguenza alla sua sostituzione, dandone comunicazione sia ai lavoratori interessati che all’amministrazione”.

Va detto che, sino ad oggi, nell’ambito della rappresentanza sindacale unitaria costituita presso il Comune di Monreale nessuno dei componenti ha mai sollevato perplessità o dubbi sulla posizione di Silvio Russo “con il quale – afferma l’esponente della Cisl – specie negli ultimi tempi ci siano ritrovati ad operare in sintonia, a sostegno delle esigenze e delle rivendicazioni del personale comunale”.

“Può essere ammissibile che, nel caso in cui vengano rilevate presunte irregolarità – aggiunge Nicola Giacopelli – le stesse possano essere segnalate alla RSU, per le eventuali decisioni di competenza: ma se anche fosse accertata una incompatibilità, non inciderebbe sulle relazioni sindacali svolte nell’ente, poiché al tavolo delle trattative partecipa la RSU nella sua dimensione unitaria: dunque, le situazioni dei singoli componenti non hanno alcuna rilevanza. Ho rispetto e stima, oltre che sincero affetto, nei confronti dell’amico Giovanni Schimmenti: ma, mi spiace dirlo, ritengo che questa volta abbia un po’ sbagliato il tiro”.

Schimmenti: “La carica di segretario del PD è incompatibile con il ruolo sindacale”

Difficoltà e obiettivi, risultati raggiunti e questioni da affrontare, parla il segretario del PD

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.