Saranno garantiti i servizi alle persone con disabilità: Ars approva emendamento

Stornati 10 milioni di euro per il servizio di assistenza scolastica. Arcidiacono: "Questo consentirà di garantire ogni sacrosanto diritto"

0

“In Assemblea Regionale siciliana un grande successo con l’approvazione dell’emendamento che permette di garantire i servizi per gli studenti con disabilità, almeno fino alla fine dell’anno scolastico. Un risultato importante per garantire un diritto fondamentale e tutelare i lavoratori impegnati in queste attività”. A dichiararlo è la deputata di Forza Italia, Marianna Caronia.

L’Assemblea regionale siciliana ha approvato il disegno di legge che autorizza il governo Musumeci all’esercizio provvisorio per due mesi. Si sblocca, quindi, la spesa regionale di circa 231 milioni di euro fino al 28 febbraio, data entro la quale dovranno adottati il Bilancio di previsione e la Legge di stabilità per il 2021. Si tratta della prima applicazione dell’intesa finanziaria conclusa con lo Stato lo scorso 14 gennaio. Oltre a “liberare” le spese di funzionamento della Regione, la legge finanzia in dodicesimi la spesa degli enti pubblici regionali, i contributi per la gestione di Parchi e riserve naturali, consente il pagamento della quarta trimestralità relativa alle spese di funzionamento degli enti locali siciliani oltre a riattivare una serie di servizi essenziali come i contributi ai portatori di disabilità e per le modalità di contrasto al Covid 19.

“Il Governo Regionale ha scritto una splendida pagina di storia – commenta il sindaco di Monreale, Alberto Arcidiacono– mostrando grande sensibilità ed attenzione ha approvato, su proposta dell’onorevole Caronia, un emendamento per stornare 10 milioni di euro per il servizio di assistenza scolastica. Questo consentirà finalmente di poter garantire ogni sacrosanto diritto”.

Interventi sono previsti anche in favore dei teatri, musei e altre attività culturali oltre alle attività sportive e turistiche. Istituto anche il Collegio dei revisori dei conti della Regione, organo di controllo contabile che consentirà la verifica sulla spesa regionale. Con l’approvazione dell’esercizio provvisorio, il Governo dovrà compiutamente definire le misure del Piano di risanamento e di riqualificazione della spesa in attuazione dell’accordo stipulato con il Roma, in modo da approvare entro il 28 febbraio la legge di stabilità. Nel provvedimento dovranno essere inserite specifiche misure di contenimento e razionalizzazione della spesa corrente regionale, in parte già avviate dal Governo regionale nell’ultimo triennio che verranno quindi strutturate in termini puntuali.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.