Tra un po’ di scetticismo e grandi speranze, la raccolta differenziata a San Martino Delle Scale è partita

Rimossi i contenitori, cominciato il servizio porta a porta, obiettivo raggiungere a Monreale il 60/65% di differenziata

1

MONREALE – Da ieri è possibile anche a San Martino delle Scale conferire i rifiuti differenziati dinanzi la porta di casa. Aboliti i cassonetti stradali, anche l’ultima frazione monrealese comincia a diventare protagonista di quel cambiamento virtuoso in tema di rifiuti che, a detta degli amministratori, porterà Monreale ad allinearsi agli standard europei. Una raccolta del 60/65% non dovrebbe essere più una chimera, spiegava l’assessore Antonino Grippi.

L’avvio del servizio in numerose (non tutte) vie della frazione montana era stato accolto con molto entusiasmo, con una buona dose di speranza, ma anche da forti perplessità da alcuni residenti che temevano di trovarsi a fronteggiare contro il senso di inciviltà (purtroppo ancora diffuso) di chi è abituato a lasciare i sacchetti sul ciglio delle strade. E che probabilmente, senza gli appositi contenitori, non avrebbe perso tempo a differenziare i rifiuti e a conferirli regolarmente dinanzi la porta di casa.

C’è chi ha lamentato la mancata fornitura dei contenitori da parte del comune ((visto quanto paghiamo per il servizio…”), chi l’assenza di una informazione capillare sul territorio (anche se sul sito del comune è presente, vi sono locandine sparse lungo le strade e l’ufficio stampa del comune ha diramato comunicati ripresi più volte dai giornali online).

Ma, finalmente, il servizio è partito. Bisogna considerare che si trova in una fase di rodaggio, ed in quanto tale non ci si può attendere che venga svolto in modo perfetto. Detto questo, sembra che i primi risultati siano positivi, anche a giudicare dai numerosi commenti che si possono leggere sui social. Dopo tanti anni, e anche grazie al nuovo bando e alla ditta dotata di opportuni mezzi, si comincia a chiudere il cerchio nell’ampio territorio monrealese.

DOVE E COME VIENE SVOLTO IL SERVIZIO

Le utenze condominiali con più di 10 nuclei familiari dovranno utilizzare appositi bidoni carrellati.

Le zone interessate sono:

1. Centro abitato di San Martino Delle Scale (via Pellerito, via Forestale, via Franzoni, via Dusmet, Piazza Platani, Piazza Semeria, etc, etc..) ;

2. Via Pineta Antica fino al cimitero di San Martino Delle Scale;

3. Via SP.57 sino a via Torrente D’ Inverno;

4. Via Torrente D’Inverno lato comune di Monreale dal civico 106 al civico 130;

5. Via SM.22 località Piano Dei Geli e traverse ( Vicolo SM 22, via Fanara, via SM 25, etc.etc.)

6. Via Valle Paradiso e traverse (Tutta: da via SP.57 a via SP.57);

7. Villaggio Montano e traverse (Fondo San Benedetto, via Crisafulli, via SM.6, via SM. 8, via

SM.9, etc.etc.);

8. Via Regione Siciliana da piazzetta Reale al Castellaccio.

A partire dal 4 gennaio verrà anche modificato il calendario per il conferimento dei rifiuti differenziati. Spostata la raccolta del vetro e dell’alluminio dal martedì al sabato di ogni settimana.

calendario raccolta rifiuti differenziataInoltre al fine di agevolare tutte le utenze, sono state disposte 2 postazioni mobili di raccolta rifiuti differenziati, sempre in relazione al calendario sopraindicato, una in corrispondenza dell’ingresso della via SM 22 a Piano Dei Geli e l’altra di fronte all’edificio Ex CRES in via Regione Siciliana dalle ore 06.00 alle ore 11.00 di ogni giorno feriale.

Invece, nel centro di raccolta comunale sito in Monreale, a piazzale Tricoli, è attivo, dalle ore 07.00 alle ore 16.00 di ogni giorno feriale, il servizio di raccolta differenziata secondo il calendario sopra indicato.

I rifiuti ingombranti e RAEE potranno essere conferiti presso il centro di raccolta di Aquino via Ponte Parco in attesa che venga attivato il ritiro a chiamata, dietro richiesta alla ditta che gestisce il servizio di raccolta rifiuti ed in ossequio al relativo regolamento.

1 Commento
  1. Rosa scrive

    Peccato che il sito del Comune non fosse aggiornato fino a qualche giorno prima della partenza del sirvizio. Peccato che la frazione sia anche abitata da moltissimi anziani che non hanno l’abitudine di collegarsi online, molti non hanno Facebook o chi lo usa non è presente nei gruppi dedicati alla frazione o al paese in particolare…

    Confermo che i famosi fogli appesi non hanno ricoperto tutto il territorio interessato e tuttora non tutti sono a conoscenza del servizio. E alcuni sono comparsi solo qualche giorno prima.
    Nessuno contesta la differenziata, è giusto che si faccia, ma siamo un territorio vasto e misto e non si può escludere una grande fetta di abitanti dall’informazione.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.