Mannino: “Uno sportello di ascolto e un assistente sociale per Grisì”

“Per i soggetti fragili è necessario sia un supporto economico che assistenziale”

0

MONREALE – Uno sportello di ascolto e di accoglienza aperto due volte la settimana e la presenza di un’assistente sociale che possa operare sulla frazione di Grisì. È quanto è stato chiesto all’amministrazione comunale ieri pomeriggio nel corso dei lavori del consiglio comunale da parte del gruppo La Nostra Terra, su iniziativa del consigliere Giulio Mannino, all’assessore al ramo, Sandro Russo.

La proposta di istituire uno sportello comunale dedicato alle attività sociali a Grisì nasce innanzitutto dalla distanza della frazione da Monreale centro, che lascia i cittadini grisioti fuori dalla rete assistenziale o li mette in gravi difficoltà nel raggiungimento degli stessi servizi.

L’esigenza, si legge nella nota del gruppo, “è accresciuta a causa della crisi economica e sociale nazionale, dovuta all’emergenza coronavirus, che ha acuito le fragilità del nostro sistema. Tali difficoltà hanno comportato forti ripercussioni sulla tutela delle categorie deboli (disabili, anziani, bambini, famiglie con disagio di vario genere, disoccupati)”. 

Il consigliere di Grisì ha chiesto quindi all’amministrazione di intervenire tramite l’istituzione dello sportello per rafforzare le reti di contrasto alla povertà economica, sociale ed educativa, aumentando la presenza dei servizi sociali territoriali e ove necessario anche domiciliari, al fine di accogliere l’aumento delle richieste di aiuto. Richieste che arrivano soprattutto da persone anziane e da soggetti con disabilità, ai quali, in questo periodo storico difficilissimo, si chiede di non uscire per lunghi periodi o di limitare le occasioni di socializzazione fuori dalle mura domestiche. 

“Per questi soggetti fragili è necessario non solo un supporto economico ma soprattutto assistenziale”, ha dichiarato ai nostri microfoni il consigliere Mannino, che ha voluto ringraziare l’assessore Russo e l’amministrazione per avere accolto e fatto propria la sua richiesta.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.